La corsa a ostacoli per la vaccinazione

Il fatto che le farmacie non avessero aperto l’agenda per gli appuntamenti a Pasqua e Pasquetta aveva autorizzato a pensare che ci si sarebbe presi una pausa ma abbiamo già imparato l’estate scorsa a nostre spese che il virus, contrariamente a noi, di pause non se ne prende. Di ieri la comunicazione che sarà sospesa la vaccinazione di massa, ma nel Centro vaccinale di Carpi si procederà alla somministrazione del vaccino agli estremamente vulnerabili nella giornata di Pasquetta.

0
781
Le vaccinazioni in Emilia Romagna

L’ultima settimana di marzo hanno completato la vaccinazione in Emilia Romagna 7mila persone in meno rispetto a quella precedente e sono state inoculate 17mila dosi di vaccino in più nonostante lunedì 29 marzo la Regione avesse annunciato che erano in consegna 230mila dosi. Resta una corsa a ostacoli quella per la vaccinazione di massa con gli annunci di forniture di vaccini che poi non trovano riscontro nei numeri.

Siamo in guerra contro il covid o no? Il fatto che le farmacie non avessero aperto l’agenda per gli appuntamenti a Pasqua e Pasquetta aveva autorizzato a pensare che ci si sarebbe presi una pausa ma abbiamo già imparato l’estate scorsa a nostre spese che il virus, contrariamente a noi, di pause non se ne prende. Tra l’altro non è che si possa progettare granché per Pasqua e Pasquetta in zona rossa e pur di vaccinarsi tanti over 80/70, rimasti orfani dei pranzi di famiglia allargati, avrebbero prenotato anche in quei giorni di festa.

Di ieri la comunicazione che sarà sospesa la vaccinazione di massa, ma nel Centro vaccinale di Carpi si procederà alla somministrazione del vaccino agli estremamente vulnerabili nella giornata di Pasquetta.

Con tremila somministrazioni giornaliere in provincia di Modena a fine marzo hanno completato la vaccinazione 48mila persone: si tratta del 7,9% del totale della popolazione modenese che ha diritto al vaccino. Di questo passo serviranno duecento giorni se si calcolano anche i festivi.

Rassegnati ad andare à la guerre comme à la guerre, confidiamo di trovare riscontro nei numeri della prossima settimana delle 384mila dosi (123.830 a Modena) annunciate dalla Regione Emilia Romagna in consegna il 5 aprile.

Sara Gelli