Il papà riabbraccia il figlio partito per sbaglio a bordo di un treno grazie alla Polizia di Stato

Grazie alla sinergia, tra il personale in divisa e il capotreno, il bimbo di 8 anni è stato preso in consegna dagli agenti del Commissariato di Carpi che lo hanno riconsegnato al genitore che ha potuto così riabbracciare il figlio.

0
1053
Foto di repertorio

Nei giorni scorsi, personale della Polizia Ferroviaria di Modena unitamente al Centro Operativo Compartimentale della Polizia Ferroviaria dell’Emilia Romagna, alle volanti della Questura di Modena e al personale del Commissariato di Carpi hanno consentito al genitore di un bimbo di 8 anni di riabbracciare il figlio.  Gli agenti sono stati allertati dal padre che segnalava la presenza di suo figlio sul treno regionale partito da Modena in direzione Carpi a causa dell’improvvisa chiusura delle porte. Grazie alla sinergia, tra il personale in divisa e il capotreno, il minore è stato preso in consegna dagli agenti del Commissariato di Carpi che lo hanno prelevato dal treno e riconsegnato al genitore che ha potuto così riabbracciare il figlio.