Covid, sono più del 90% gli operatori sanitari vaccinati in Emilia Romagna

Nei giorni scorsi, il presidente della Regione Stefano Bonaccini aveva chiesto al Governo di rendere obbligatoria la vaccinazione per il personale sanitario ma, al netto di chi ha già contratto la malattia e ha sviluppato una risposta anticorpale e di chi è esonerato per ragioni di salute, l'adesione nella nostra regione è stata pressoché totale.

0
513

Obbligo di vaccinazione per medici e infermieri che sinora hanno rifiutato l’immunizzazione e sanzioni graduali che vanno dalla la sospensione fino al licenziamento per chi non vorrà tornare sui propri passi, scudo penale per gli operatori impegnati nelle somministrazioni e ampliamento degli indennizzi per chi, a seguito del vaccino, subisce lesioni permanenti. Sono i contenuti del decreto a cui il Governo sta lavorando. Ma quanti sono gli operatori che nella nostra regione hanno aderito alla campagna vaccinale? “Sono più del 90% gli operatori sanitari che si sono sottoposti alla vaccinazione anti-Covid in Emilia-Romagna”, spiega l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini. Nei giorni scorsi, il presidente della Regione Stefano Bonaccini aveva chiesto al Governo di rendere obbligatoria la vaccinazione per il personale sanitario ma, al netto di chi ha già contratto la malattia e ha sviluppato una risposta anticorpale e di chi è esonerato per ragioni di salute, l’adesione nella nostra regione è stata pressoché totale. Una linea, quella annunciata da Mario Draghi e che prevede l’obbligo vaccinale per il personale sanitario, che piace anche al direttore generale dell’Ausl di Modena, Antonio Brambilla: “chi lavora con soggetti fragili deve vaccinarsi” ha dichiarato giorni fa nel corso di una conferenza stampa.