Due minori ripresi dalle telecamere con sostanze stupefacenti davanti a scuola

La Polizia Locale ha segnalato alla Prefettura di Modena due minori per possesso di sostanze stupefacenti: i due sono stati sorpresi da agenti del Nucleo Anti-Degrado, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio integrato con il nuovo sistema di videosorveglianza.

0
970

La Polizia Locale ha segnalato alla Prefettura di Modena due minori per possesso di sostanze stupefacenti: i due sono stati sorpresi da agenti del Nucleo Anti-Degrado, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio integrato con il nuovo sistema di videosorveglianza. La Centrale operativa li ha visti su un monitor e la pattuglia in borghese è immediatamente intervenuta. L’episodio è avvenuto nella zona del polo scolastico l’altro ieri, martedì 23, prima dell’ingresso: il Comando ne dà notizia oggi dopo aver espletato tutti i passaggi di legge. La sostanza, dichiarata per per uso personale, è stata sequestrata. I ragazzi hanno 15 e 17 anni.

“Ancora una volta – sottolinea Mariella Lugli, Assessore alla Sicurezza – in una operazione della Polizia Locale si è rivelato determinante il nuovo sistema di videosorveglianza attivato nell’Unione Terre D’Argine, con già 80 telecamere di contesto (e 20 in arrivo) nel nostro Comune, e che proprio intorno ai plessi scolastici abbiamo ulteriormente incrementato, usando tecnologia ad alta definizione. Poi la tecnologia non è tutto, ovviamente, servono la professionalità e la dedizione del personale. Voglio comunque ricordare a tutti che la repressione di certi fenomeni, oltre a non essere un’esclusiva della Polizia Locale, sta avendo nel nostro territorio un impegno e risultati evidenti premiando un lavoro interforze mai prima visto. La repressione arriva però quando i comportamenti si sono già concretizzati: la miglior soluzione invece resta la prevenzione, che però richiede l’impegno di tutti, in primo luogo le famiglie, ma anche le scuole e i centri di aggregazione e formazione d’ogni tipo”.