Enrico Lovascio non ce l’ha fatta, la leucemia lo ha strappato all’amore dei suoi cari

Erri, Enrico Lovascio, non ce l’ha fatta. La leucemia, che gli era stata diagnosticata lo scorso maggio, lo ha strappato stanotte ai suoi cari. Il trapianto di midollo osseo non è bastato a ridare il sorriso a Enrico e ai suoi 22 anni. La Redazione di Tempo esprime le sue più sentite condoglianze alla sua famiglia. Domani e venerdì Rosario alle 19 in Duomo, mentre il funerale si terrà sabato, alle 10, sempre in Cattedrale.

0
6389

Erri, Enrico Lovascio, non ce l’ha fatta. La leucemia, che gli era stata diagnosticata lo scorso maggio, lo ha strappato stanotte ai suoi cari. Il trapianto di midollo osseo non è bastato a ridare il sorriso a Enrico e ai suoi 22 anni.
La musica era la sua vita sin da bambino, suonava divinamente il pianoforte ed era un amatissimo educatore scout.


Aveva terminato gli studi diplomandosi al Conservatorio e ora studiava presso la facoltà di Ingegneria all’Università di Modena e Reggio.
Oltre ai genitori Giuseppe e Raffaella lo piangono il fratello Davide e la sorella Elena e tutti coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerlo. Che la terra ti sia lieve Enrico. 22 anni sono troppo pochi per morire. Domani e venerdì si terrà un Rosario alle 19 in Duomo, mentre il funerale si svolgerà sabato, alle 10, sempre in Cattedrale.
La Redazione di Tempo esprime le sue più sentite condoglianze alla famiglia.