Il Lions Club Carpi Host aiuta 60 famiglie

“Abbiamo voluto sostenere le situazioni di maggiore difficoltà economica, distribuendo pacchi natalizi contenenti generi alimentari e di prima necessità”.

0
903
Andrea Ciroldi

Nonostante le restrizioni che impediscono loro di riunirsi in assemblea, i soci del Lions club Carpi Host continuano la loro attività, seppure a distanza, di sostegno e aiuto alle persone più bisognose, quelle spesso dimenticate o lasciate sole.

E così il presidente del club, l’imprenditore Andrea Ciroldi, affiancato dai componenti del consiglio direttivo, ha predisposto un’azione coordinata di aiuto alimentare ed economico a favore di sessanta famiglie carpigiane sia direttamente che in collaborazione coi volontari di Porta Aperta e delle Parrocchie Corpus Domini e Quartirolo e a Rovereto. “Nei limiti delle nostre possibilità – spiega Ciroldi – abbiamo voluto sostenere le situazioni di maggiore difficoltà economica, la categoria dei nuovi poveri insomma, distribuendo pacchi natalizi contenenti generi alimentari e di prima necessità, in due parrocchie, nella sede di Porta Aperta e a Rovereto. E, nei limiti del possibile, con contributi economici per andare incontro alle esigenze dei cittadini in difficoltà per il pagamento delle bollette o di parte degli affitti. Vogliamo esserci, come è tradizione del nostro sodalizio, in un momento di recessione economica grave che ha colpito anche il nostro territorio, privilegiando la salute, il lavoro e l’aiuto ai nuovi poveri”.

Cesare Pradella