Distrutti 37 chili di materiale pirotecnico sequestrato dalla Polizia di Stato

Gli artificieri del 15° Reggimento del Cerimant di Padova e la Polizia di Stato di Carpi questa mattina hanno distrutto 37 chili di materiale pirotecnico sequestrato nel dicembre 2013 da personale del Commissariato carpigiano. Alle operazioni hanno partecipato anche i Vigili del Fuoco, la Polizia Locale e la Croce Rossa Italiana.

0
522

Gli artificieri del 15° Reggimento del Cerimant di Padova e la Polizia di Stato di Carpi questa mattina hanno distrutto 37 chili di materiale pirotecnico sequestrato nel dicembre 2013 da personale del Commissariato carpigiano. Alle operazioni hanno partecipato anche i Vigili del Fuoco, la Polizia Locale e la Croce Rossa Italiana. Il sequestro si era reso necessario in quanto il marito della titolare di una rivendita di prodotti esplodenti, alla quale era stata sospesa la licenza da parte della Prefettura di Modena, era stata sorpreso mentre vendeva materiale pirotecnico illecitamente detenuto.
La merce sequestrata è rimasta in deposito presso una fabbrica di fuochi d’artificio in provincia di Reggio Emilia fino a questa mattina quando è stata prelevata e trasportata presso una cava idonea individuata nel Comune di Carpi dove è stata fatta brillare.