Il mercato prende forma

Carpi Calcio - La stagione 2020-2021 del Carpi è pronta ad alzare il sipario. Mercoledì 23 settembre, allo Stadio Cabassi i biancorossi di mister Sandro Pochesci se la vedranno con il Casarano.

0
337
Simone Ganz

La stagione 2020-2021 del Carpi è pronta ad alzare il sipario. Mercoledì 23 settembre, allo Stadio Cabassi i biancorossi di mister Sandro Pochesci se la vedranno con il Casarano. Un antipasto stagionale che potrebbe tuttavia consegnare al tecnico romano un quadro della situazione più preciso rispetto alle prime uscite amichevoli contro Parma e Genoa, a una manciata di giorni dall’avvio della stagione.

Mercato in uscitaDario Saric è un nuovo giocatore dell’Ascoli. Trattativa sbloccata dal neo direttore dell’Area Tecnica Elio Signorelli che porta in dote un tesoretto di 330mila euro al presidente Simone Morelli. Restano ora da sciogliere i nodi legati agli altri giocatori che hanno ufficialmente chiesto la cessione. Si tratta del terzino Daniele Sarzi Puttini (per il quale la Reggiana ha alzato l’offerta a 80mila euro e l’Ascoli resta alla finestra), Saber Hraiech e Michele Vano. Sugli ultimi due è forte il pressing dell’ambizioso Padova che la scorsa settimana ha ufficializzato l’arrivo di un altro ex biancorosso, Enej Jelenic.

Mercato in entrata – Signorelli e Alfonso Morrone non mollano la presa per il centrale difensivo ex Siena Fabrizio Buschiazzo. Con almeno 7-8 tasselli mancanti all’appello e la possibilità che anche Tommaso Biasci (Empoli pronto a fare un’offerta con solo conguaglio economico) possa fare le valigie, al Carpi urge una decisa accelerazione per completare la rosa, mettendo a disposizione di mister Pochesci un bagaglio qualitativo accettabile. Confermati Atila Varga, Minel Sabotic e Fabio Varoli, per la difesa è praticamente fatta col Parma per l’arrivo del figlio d’arte Matteo Lucarelli (‘2001). Sempre per la difesa piacciono lo svincolato ex Rimini Marco De Vito (‘91) e l’ex Fasano (Serie D) Antonio De Vitis. Caldissimo l’asse con l’Ascoli: dati i buoni rapporti strutturati per completare l’operazione Saric, Elio Signorelli avrebbe chiesto informazioni e ottenuto disponibilità per arrivare ai prestiti del talentuoso trequartista classe ‘98 Moutir Chajia (reduce dal prestito alla Virtus Entella) e per il centravanti classe ‘93 Simone Ganz. Per quest’ultimo, nome di innegabile fascino che potrebbe cancellare i brontolii della piazza, Carpi potrebbe rivelarsi un’occasione si riscatto dopo quattro stagioni opache vissute indossando senza sussulti le maglie di Verona, Pescara, Ascoli e Como (24 presenze condite da 8 reti).

Enrico Bonzanini