Debutto per Multiverso

E’ nata a Rovereto sulla Secchia una nuova area pensata dai giovani per feste, sport e intrattenimento.

0
690

“Il 31 luglio è stata una grande festa per Rovereto e per tutto il territorio comunale. Aldilà dell’importanza dell’opera e del concreto contributo che offrirà a tutta la cittadinanza – spiega Susanna Bacchelli, assessore all’Ambiente, all’Urbanistica e alle Politiche Giovanili del Comune di Novi – il suo valore aggiunto sta nel fatto di aver coinvolto tanti ragazzi del territorio che, con passione e responsabilità, hanno dato il proprio contributo in fase di progettazione e per l’organizzazione della festa d’inaugurazione. Un concreto esempio di come la politica, quando si confronta con i cittadini – anche quelli giovani – può realizzare progetti bellissimi”.
L’area di Multiverso si trova in via IV Novembre a Rovereto sulla Secchia vicina al centro sportivo e si sviluppa su due dei cinque lotti allestiti nel dopo terremoto per ospitare i cittadini sfollati. Il primo è dedicato agli eventi culturali, con allestimento di una pavimentazione di mt. 20 x 25 che potrà essere utilizzata per il montaggio di palchi o fungere da pista polifunzionale. Inoltre sono stati approntati tutti gli allacci necessari (acqua e corrente elettrica) per rendere più funzionale e veloce l’allestimento di strutture mobili da utilizzare in occasione di feste o concerti.
Il secondo lotto è pensato per attività più strettamente sportive, con il montaggio di un calisthenics per esercizi a corpo libero e di una pista da skate e che potrà essere utilizzata anche con pattini in linea e rollerblade. A fianco di entrambi i lotti, della superficie totale di 8.000 mq, è stata realizzata una pista di allenamento per atletica, della lunghezza di circa 100 metri. Il tutto in una cornice di verde pubblico che comprende alberi, cespugli, siepi e prato su entrambi i lotti.

I lavori sono iniziati il 10 febbraio e, dopo la sospensione dovuta all’emergenza sanitaria, sono immediatamente ripartiti per terminare prima del mese di agosto. Grande è stato l’impegno da parte del raggruppamento temporaneo d’impresa composto dalla ditta IMARTINI S.R.L. e Bosi Impianti Elettrici nonché dell’Ing. Fabio Ferrini che ha diretto il cantiere e della ditta Il Giardiniere che ha curato gli spazi verdi. Senza dimenticare l’ottimo lavoro dell’ufficio tecnico comunale nel coordinare sia le fasi progettuali che quelle esecutive. Il costo complessivo delle opere ammonta € 181.400 provenienti da fondi del Comune.

“Un grande esempio di riqualificazione urbana da cui è nato uno spazio pensato per dar voce alla parte più creativa e attiva di Rovereto. Inaugurare uno spazio per la socializzazione, in tempi di emergenza sanitaria, – ha aggiunto il sindaco Enrico Diacci – può sembrare fuori luogo ma non è così. E’ proprio ora che dobbiamo mandare un messaggio forte, soprattutto alle generazioni più giovani, che con responsabilità, fantasia e passione nulla ci può fermare. E sarà così”.