Ztl, è rottura

Più di cinquanta commercianti questa mattina hanno sollevato un foglio bianco davanti alla sede del Comune di Carpi

0
2438

 

“Il Sindaco ha disatteso l’impegno che si era assunto a gennaio. Da qua – afferma Livio Nora portavoce dei commercianti indicando il progetto – si partiva. Da gennaio non si parla più di come recuperare i parcheggi che andranno persi, dell’ipotesi di ricavarli in via Nicolò Biondo, di un ripensamento complessivo del centro storico. Con questa proposta di Ztl notturna e festiva il Comune di Carpi ha fatto un’inversione a U”.

Un foglio bianco per protestare

Più di cinquanta commercianti questa mattina hanno sollevato un foglio bianco davanti alla sede del Comune di Carpi

Pubblicato da Tempo Carpi su Venerdì 3 luglio 2020

Insieme a lui, ci sono più di cinquanta commercianti che questa mattina hanno sollevato un foglio bianco davanti alla sede del Comune. Su quel foglio bianco, “che per noi resta bianco”, è ancora tutto da scrivere il futuro e i commercianti sono pronti a collaborare.

“A Carpi c’è – prosegue Nora – non è stato riconosciuto il ruolo di rappresentanza e le associazioni di categoria prima di sedersi ai tavoli ci devono ascoltare. Non possono mediare posizioni che non sono quelle della categoria dei commercianti e si devono riappropriare dei no”.

Da parte del Comune “non c’è stata condivisione”.

La situazione dopo il Covid è difficilissima e i commercianti non lo nascondono e “non bastano quattro tavoli fuori dai locali per contrastare la progressiva desertificazione che non porta benefici a nessuno in centro, così come queste divisioni che non perseguono il bene della città”.