Pettirosso in prima linea contro il Covid-19

Il Centro fauna Il Pettirosso, in caso di assoluta emergenza, (ecco i numeri da contattare: 339.8183676339 - 353.5192112) è pronto ad accogliere gli animali dei malati. La speranza? Quella di rivedere congiunti l’amico pennuto o peloso con chi sta lottando contro questo virus e non ha avuto neppure il tempo di salutarlo.

0
698

In ogni emergenza i volontari si distinguono per il loro impegno incrollabile: dopo aver affrontato alluvioni e terremoti, anche in questa emergenza, forse la peggiore dal momento che il nemico non lo si vede e dunque si combatte in difesa, il Centro Fauna Selvatica Il Pettirosso è in prima linea.
Il Covid-19 non ha fermato i volontari: adottando tutte le precauzioni necessarie, continuano a rispondere alle chiamate di emergenza. “Richieste che – spiegano dal centro – dall’inizio dell’emergenza si sono triplicate. Il nostro impegno non finisce mai e così, 24 ore su 24, siamo vicini alla gente che ci chiama e agli animali che amiamo. Animali selvatici che invadono le città durante questo coprifuoco”, riappropriandosi di spazi a dir poco impensati.
Per entrare nelle case di migliaia di bambini – e non solo – il Pettirosso si è reinventato. Come? Attraverso delle dirette sulla propria pagina di Facebook. Video su cosa si fa all’interno del centro e altri realizzati per far conoscere gli animali selvatici che popolano le nostre montagne e le nostre pianure raccontati dalla voce di un bambino.
“L’impegno profuso per montare e doppiare questi video – da Tu conosci il tasso? a Tu conosci l’istrice? – è enorme ma per noi ne vale veramente la pena e i numeri di coloro che ci seguono stanno premiando tale scelta”.
In questa emergenza senza precedenti, molti si preoccupano di cani e gatti senza però pensare che la maggior parte degli animali nelle abitazioni degli italiani sono altri: conigli, iguane, criceti, pesci, pappagalli…
“Piccoli amici che, chi è in quarantena a casa o, ancora peggio, ricoverato in ospedale, forse non è riuscito neppure a sistemare”, spiegano i volontari. Il Centro fauna Il Pettirosso, in caso di assoluta emergenza, (questi i numeri da contattare: 339.8183676339 – 353.5192112) è pronto ad accogliere gli animali soli nella speranza di rivedere congiunti l’amico pennuto o peloso con chi sta lottando contro questo virus e non ha avuto neppure il tempo di salutarlo.