Ecco come è organizzata la distribuzione

La Regione Emilia Romagna ha acquistato tre milioni di mascherine di cui due destinate ai cittadini. “Nel comune di Carpi sono arrivate 31mila mascherine chirurgiche monouso” precisa il sindaco Alberto Bellelli che illustra le modalità di distribuzione ai cittadini.

0
3022
Sindaco Alberto Bellelli

Sono in distribuzione in questi giorni le mascherine acquistate dalla Regione Emilia-Romagna per incentivare l’uso dei dispositivi di protezione individuale. Due milioni quelle destinate ai cittadini e un milione quelle per le attività produttive. La distribuzione di quelle ai cittadini sarà garantita attraverso i Comuni che decideranno come consegnarle.

“Nel comune di Carpi – precisa il sindaco Alberto Bellelli – sono arrivate 31mila mascherine chirurgiche monouso, quelle che difendono gli altri dalla persona stessa ma non servono a difendersi dagli agenti esterni. Abbiano ragionato in questo modo: 31mila mascherine non sarebbero sufficienti per garantirne una per ogni nucleo familiare e per questo motivo abbiamo deciso di iniziare dando le mascherine a chi ha particolari problemi di tipo sanitario e necessità di tipo economico. Le mascherine che rimarranno saranno distribuite direttamente davanti ai luoghi dove è più complicato mantenere la distanza di sicurezza, come i supermercati. Quindi a chi si presenta al supermercato senza mascherina ne verrà fornita una perché per quell’utilizzo le mascherine sono fondamentali: frequentare luoghi chiusi con una mascherina è quello che è necessario fare.

Ricordo poi che l’altra parte di mascherine verrà data alle attività produttive tramite un rapporto che è stato costruito dalla Regione con le associazioni di categoria.

E’ inoltre in atto un dialogo con Federfarma per la vendita delle mascherine nelle farmacie: stiamo dialogando per cercare di individuare prezzi omogenei e una modalità di distribuzione che consenta a tutte le farmacie di avere sempre reperibili le mascherine chirurgiche monouso”.