Il Centro di Aiuto alla Vita Mamma Nina dona all’Ausl di Modena per l’assistenza domiciliare 200 mascherine

L'associazione Centro di Aiuto alla Vita Mamma Nina di Carpi ha donato 200 mascherine, per un valore di 1.000 euro - i fondi provengono da donazioni - all'Ausl di Modena, destinate agli operatori sanitari del servizio di assistenza domiciliare.

0
661

L’associazione Centro di Aiuto alla Vita Mamma Nina di Carpi ha donato 200 mascherine, per un valore di 1.000 euro – i fondi provengono da donazioni – all’Ausl di Modena, destinate agli operatori sanitari del servizio di assistenza domiciliare. Un gesto di solidarietà in un momento di enorme difficoltà soprattutto per chi, come lo stesso Cav, si trova ad assistere persone fragili.
“Desideriamo con questo piccolo contributo supportare il lavoro della sanità – afferma la presidente dell’associazione, Giulia Guidetti – e ringraziare i tanti operatori che si stanno spendendo per salvaguardare la salute di tutti. Il nostro pensiero, unito alla preghiera, va a loro e a quanti sono coinvolti in questa battaglia contro il coronavirus, alle nostre autorità civili e militari e a tutta la popolazione che si trova in grande difficoltà”.
Nell’attuale emergenza sanitaria, prosegue Giulia Guidetti, “le volontarie del Cav si mantengono in contatto costante con le donne in gravidanza da loro accompagnate, soprattutto con una parola d’incoraggiamento e di speranza, di cui tanto necessitano in questo periodo di isolamento. Si rende inoltre possibile proseguire la distribuzione alle mamme e alle famiglie nel bisogno – in tempi di normalità era effettuata tramite il nostro magazzino – di generi di prima necessità per l’infanzia ‘appoggiandosi’ alle farmacie locali”.
Rimane attivo il numero a cui possono rivolgersi le donne che si trovano ad affrontare una gravidanza difficile o inaspettata e le mamme in difficoltà nel fare fronte alle esigenze proprie e dei loro bambini: telefono 338 2854271.