La Cina è vicina all’Emilia Romagna nell’emergenza: donate 220mila mascherine chirurgiche

I dispositivi di protezione individuale subito destinati al magazzino farmaceutico centralizzato di Reggio Emilia per essere distribuiti in tutte le province.

0
341
L'assessore Priolo accoglie il carico di mascherine donate dal Guangdong

Siamo onde dello stesso mare, foglie dello stesso albero, fiori dello stesso giardino”. Questo il messaggio che accompagna il carico di 200mila mascherine chirurgiche arrivate questa mattina per iniziativa del governatore della Provincia cinese del Guangdong, Ma Xingrui, territorio gemellato con la Regione Emilia-Romagna dal 2015, e che saranno subito consegnate al magazzino della sanità di Reggio Emilia. E altre 20 mila mascherine arriveranno dalla città di Heyuan, sempre della Provincia di Guangdong, gemellata con Ferrara.
“Un gemellaggio – afferma l’assessore regionale alla Protezione civile, Irene Priolo, che questa mattina insieme a tecnici e volontari ha accolto il carico – che comporta solidarietà. La Regione ringrazia la Provincia cinese per questo concreto e prezioso gesto in un momento così delicato per il nostro territorio”.
Le mascherine saranno portate dai volontari della Protezione civile regionale al magazzino farmaceutico centralizzato dell’Area vasta Emilia Nord (Aven) con sede a Reggio Emilia per la distribuzione già a partire da oggi al personale socio-sanitario dell’Emilia-Romagna per il tramite delle Aziende locali.
L’iniziativa rientra nel quadro dei rapporti di amicizia e collaborazione tra la Provincia cinese e la Regione Emilia-Romagna sottoscritti nell’intesa dell’11 maggio 2015 dall’allora governatore Zhao Xiaodan e il presidente Stefano Bonaccini, quale gesto di vicinanza e collaborazione nell’ambito dei rapporti attivi tra i due territori per la realizzazione di iniziative di cooperazione e promozione degli scambi in vari settori – commercio e investimenti, tecnologia, tutela ambientale, cultura e turismo – al fine di promuovere prosperità e sviluppo comuni.