Carlo Lucarelli è il primo autore a domicilio: domenica la diretta Facebook

Gli incontri letterari al BPER Forum Monzani si trasferiscono online e diventano accessibili a un pubblico illimitato: da domenica 29 marzo al via le dirette con Carlo Lucarelli, Fabio Genovesi e Simona Ventura che presentano i loro nuovi libri. L'appuntamento è sulla pagina facebook "BPER Forum Monzani" e sul sito del Forum. Il primo incontro online è domenica 29 marzo alle 17.30 con Carlo Lucarelli.

0
3587
Carlo Lucarelli

Se il pubblico non può andare al BPER Forum Monzani è il Forum a portare gli autori e i loro libri direttamente a casa delle persone. Dopo lo stop finalizzato al contenimento del Covid-19 Forum Eventi riprende con una nuova formula: per BPER Banca, che organizza la rassegna, è importante continuare a condividere storie, non smettere di fare cultura, soprattutto in questo momento. E così gli incontri letterari diventano social e si aprono a un pubblico potenzialmente illimitato: si trasferiscono, in diretta, sulla pagina facebook “BPER Forum Monzani” per uno streming interattivo e sulla homepage del sito www.forumguidomonzani.it.
Carlo Lucarelli, Fabio Genovesi e Simona Ventura saranno i primi “autori a domicilio”; durante le dirette facebook gli spettatori possono interagire con loro attraverso i commenti: gli spunti e le domande più interessanti vengono girate agli autori e riportate in sovraimpressione. E chi non usa facebook? Non è necessario avere un profilo social per seguire gli incontri: le dirette vengono trasmesse in streaming anche sul sito del BPER Forum Monzani.

Il primo incontro online è domenica 29 marzo alle 17.30 con Carlo Lucarelli, maestro indiscusso del giallo italiano, che ne L’inverno più nero (Einaudi) propone una nuova indagine del Commissario De Luca, ambientata nella Bologna del 1944. La città è occupata, stretta nella morsa del freddo, ferita dai bombardamenti. Ai continui episodi di guerriglia partigiana le Brigate Nere rispondono con tale ferocia da mettere in difficoltà lo stesso comando germanico. Anche per De Luca, ormai inquadrato nella polizia politica di Salò, quei mesi maledetti sono un progressivo sprofondare all’inferno. Poi succede una cosa. Nella Sperrzone, il centro di Bologna sorvegliato dai soldati della Feldgendarmerie, pieno di sfollati, con i portici che risuonano dei versi degli animali ammassati dalle campagne, vengono ritrovati tre cadaveri. Tre omicidi su cui il commissario è costretto a indagare per conto di tre committenti diversi e con interessi contrastanti, convinti che solo lui possa aiutarli.

Si prosegue giovedì 2 aprile alle 17.30 con Fabio Genovesi che presenta Cadrò, sognando di volare (Mondadori): lo scrittore toscano racconta cosa vuol dire credere con coraggio in qualcosa. Fabio non sa cosa è diventato: ha ventiquattro anni e studia Giurisprudenza. La materia non lo entusiasma per niente, ma il destino ha voluto così, e lui non ha avuto la forza di opporvisi. Perciò procede stancamente, fin quando – siamo nel 1998 – per evitare la naja, allora obbligatoria, viene spedito in un ospizio per preti in cima ai monti delle Alpi Apuane per diventare educatore nella scuola del posto; troverà ad attenderlo un monastero dall’aria deserta, una strana sistemazione quasi monacale, e un robusto prete in tuta da lavoro. In comune i due hanno una passione bruciante, il ciclismo, e soprattutto Marco Pantani. E attraverso “il Pirata”, e il sogno che ha incarnato, Genovesi racconta se stesso e una generazione.

Domenica 5 aprile, sempre alle 17.30 è Simona Ventura a presentare in diretta il suo Codice Ventura (Sperling e Kupfer). “Raccontare i miei anni Ottanta e Novanta è come fare un salto straordinario ed emozionante nel passato. A volte mi guardo allo specchio e in un’espressione, in un sorriso ritrovo la ragazzina piena di energia e di sogni che voleva mordere la vita e realizzare qualcosa di profondamente suo”: così comincia il primo capitolo del libro, che forse lascerà delusi quanti cercavano un po’ di gossip, aneddoti, segreti mai rivelati; saranno soddisfatti invece i fan della conduttrice che hanno voglia di conoscere più a fondo la donna e non il personaggio pubblico. Simona mette nero su bianco i suoi ricordi, fotografa i suoi primi 50 anni: il suo racconto diventa il racconto di un’epoca, un libro che cerca di riportare i ricordi di quei meravigliosi anni ai valori che dovrebbero essere senza tempo.

E’ possibile seguire gli incontri con l’autore di Forum Eventi in diretta sulla pagina facebook “BPER Forum Monzani” oppure dal sito www.forumguidomonzani.it.