Noi non molliamo!

Il Carpine sta affrontando con grande professionalità e umanità questa delicata sfida dopo l’individuazione di tre casi positivi di anziani residenti: “io sono molto orgoglioso di come il personale sta affrontando questa battaglia” scrive il direttore Walter Angiò.

0
754

La casa residenza per anziani Il Carpine di Carpi, di proprietà del Comune di Carpi e gestita dalla Cooperativa Domus Assistenza di Modena, manda un forte messaggio alla città dopo aver scoperto 3 casi di Covid-19 tra i suoi anziani residenti.
“Siamo di fronte a una sfida molto delicata contro una pandemia globale. Il Covid-19 è un virus subdolo che trova campo fertile nei contatti tra le persone. Noi abbiamo avuto la sfortuna di conoscerlo in prima persona – scrive il direttore Walter Angiò – ma abbiamo avuto anche la fortuna di diagnosticarlo precocemente e di poter mettere subito in atto tutte le procedure previste in questi casi. Gli ospiti positivi sono stati subito isolati a livello ambientale, mentre gli altri del nucleo in questione e degli altri nuclei della CRA vengono monitorati più volte al giorno al fine di valutare ogni sintomo che possa ricondurre al coronavirus. Il personale del nucleo a contatto con i casi positivi è stato messo in isolamento domiciliare cautelativo e il personale rimasto, insieme a quello inviato in pochissimo tempo dalla Cooperativa Domus sta affrontando con grande professionalità e umanità questa delicata sfida. Io sono molto orgoglioso di come il personale sta affrontando questa battaglia, i veri valori delle persone emergono quando ci sono le difficoltà. A tutti loro va il mio più sentito ringraziamento. Grande supporto stiamo avendo dalla nostra cooperativa per quanto riguarda risorse umane e materiale. Durante queste lunghe e interminabili giornate ci rapportiamo spesso con l’Ausl di Modena nelle persone del direttore di distretto Stefania Ascari e della coordinatrice area fragili del distretto Cattabriga. Anche l’Ufficio di Piano del Comune di Carpi ci sta supportando e ci fa sentire la sua vicinanza. In questo modo non ci sentiamo soli in questa battaglia. Noi vogliamo dire alla città che ce la stiamo mettendo tutta, noi vogliamo dire alla città che il Carpine non molla”.
Sara Gelli