Coronavirus, sono 4 le persone clinicamente guarite tra i casi segnalati in provincia di Modena

0
1589

Sono 4, tra i casi segnalati in provincia di Modena, le persone “clinicamente guarite” dal Covid-19, la malattia causata dal virus SARS-CoV-2. Si tratta di persone che, dopo un periodo di malattia abbastanza prolungato, non presentano più da alcuni giorni sintomi della malattia.
Si tratta dei primi casi di guarigione dal Coronavirus di cittadini del modenese e riguardano tre persone residenti a Carpi, contatti stretti del primo caso e una persona residente nel reggiano ma identificata tra i casi della nostra provincia. Tutti hanno iniziato ad avere i primi sintomi tra il 24 e il 25 febbraio, vale a dire due settimane fa; alcuni di loro hanno trascorso anche periodi della malattia in ospedale, per poi rientrare presso la propria abitazione quando i sintomi sono divenuti meno gravi.
Sarà però il doppio tampone faringeo negativo (vale a dire due tamponi effettuati a distanza di 24 ore l’uno dall’altro) a decretare la loro completa guarigione. “Un paziente – spiega infatti Davide Ferrari, Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’AUSL di Modena – viene definito clinicamente guarito quando non mostra più i sintomi della malattia che comprendono: febbre, mal di gola, difficoltà respiratorie e nei casi più gravi polmonite con insufficienza respiratoria. La definizione ‘clinicamente guarito’ non esclude che a un test per rilevare la presenza del Coronavirus, tramite un tampone, il paziente risulti ancora positivo. Per una maggior sicurezza devono esservi ben due test negativi per poter decretare la guarigione”.
Per questo motivo le 4 persone si trovano ancora in isolamento domiciliare, in attesa che la procedura prevista sancisca la definitiva guarigione.
 
Come si definisce “guarita” una persona affetta da Covid-19?
A stabilirlo, per ora, sono le indicazioni del Gruppo di lavoro permanente del Consiglio Superiore di Sanità nel documento del 29 febbraio scorso “Definizione di Paziente guarito da Covid-19 e di paziente che ha eliminato il virus SARS-CoV-2”.
Clinicamente guarito
Un paziente viene definito “clinicamente guarito” quando non mostra più i sintomi della malattia che comprendono: febbre, mal di gola, difficoltà respiratorie e nei casi più gravi polmonite con insufficienza respiratoria. La definizione “clinicamente guarito” non esclude che a un test per rilevare la presenza del Coronavirus, tramite un tampone, il paziente risulti ancora positivo.
Guarito
Un paziente viene definito “guarito” quando non ha più i sintomi e risulta negativo a due test consecutivi, eseguiti a distanza di 24 ore uno dall’altro. Il consiglio è di ripetere il test, almeno dopo una settimana, per i pazienti che risultano positivi e che però non mostrano più sintomi.