Polizia e bici elettriche: cercheremo finanziamenti

Dotare nuovamente gli agenti della Polizia Municipale di mezzi elettrici per muoversi agevolmente e con velocità soprattutto nell’area del centro costituirebbe un esempio virtuoso di mobilità alternativa.

0
427
Le due biciclette elettriche che giacciono abbandonate nel parcheggio interno dello stabile di via III Febbraio

Hanno una decina d’anni e se li portano decisamente male. Le due biciclette elettriche che giacciono abbandonate, arrugginite e ricoperte di ragnatele, nel parcheggio interno dello stabile di via III Febbraio che ospita la Polizia Municipale erano state donate, insieme ad altre, al Comune di Carpi dalla Provincia di Modena nell’ambito del progetto Aria pulita. Le bici sono però giunte a fine vita, come spiega l’assessore a Mobilità e Smart City, Riccardo Righi: “in passato quei mezzi sono stati utilizzati durante le perlustrazioni degli agenti della Municipale sul territorio e per gli spostamenti degli operatori dei Servizi Sociali. Col passare del tempo però, le batterie hanno iniziato a cedere, non mantenendo più la carica, e, considerata la vetustà dei modelli, ancora poco pratici e maneggevoli, non sono state sostituite e oggi le biciclette giacciono inutilizzate”. Dotare nuovamente gli agenti di mezzi elettrici per muoversi agevolmente e con velocità soprattutto nell’area del centro costituirebbe un esempio virtuoso di mobilità alternativa che piace all’assessore Righi il quale si è detto pronto a “cercare finanziamenti per ridar vita al progetto”.

J.B.