In mostra a Parma i dipinti di Andrea Saltini

Inaugura venerdì 24 gennaio, alle 18:30, a Palazzo Pallavicino di Parma, alla presenza dell’artista, 1+1=11 (habitus), l’esposizione delle opere del carpigiano Andrea Saltini.

0
785

Inaugura venerdì 24 gennaio, alle 18:30, a Palazzo Pallavicino di Parma, alla presenza dell’artista, 1+1=11 (habitus), l’esposizione delle opere del carpigiano Andrea Saltini.

La mostra, inserita nel programma di Parma 2020 – Capitale italiana della cultura e realizzata con il patrocinio del Comune di Parma e della Fondazione Cariparma, avrà luogo presso lo Studio dell’interior designer Maura Ferrari, al civico 37 di Borgo Giacomo Tommasini: qui i visitatori potranno scoprire il progetto presentato in anteprima allo SWAB di Barcellona nel settembre 2019 in collaborazione con Noadressgallery di Rio de Janeiro, di cui quella parmigiana rappresenta la prima delle tre tappe che, nel 2020, lo vedranno esposto anche a Stoccarda e, infine, a Rio de Janeiro. “1+1=11 – spiega l’artista – è un lavoro che ha la pretesa di indagare il fragile equilibrio tra i rapporti interpersonali, in cui 1+1 non è uguale a due ma a uno/uno oppure a undici”.

La ricerca di Saltini sembra fondere per la prima volta ideazione ed esecuzione dell’opera stessa in un estremo tentativo di ‘equilibrio’, di somma 1+1, in un dialogo tra materiali diversi che convivono (11) o ponendo in relazione tra loro (1/1) pittura, disegno, scultura, installazione e atti performativi.

Ogni serie, ogni gruppo di lavoro esplora un momento in particolare: il 24 gennaio l’esposizione della cornice di Palazzo Pallavicino si riferirà all’Habitus mentis, il modo di pensare e ragionare conseguente all’educazione ricevuta o a particolari abitudini di vita.

La mostra durerà fino alla fine di aprile, con un momento performativo ideato e diretto da Andrea Saltini e interpretato da Gabriele Baracco in collaborazione con Oro Nero Creazioni e Settedifiori Studio: avrà luogo venerdì 28 febbraio alle 19, con repliche alle 20, alle 21 e alle 22, all’interno della Chiesa Evangelica in Borgo Giacomo Tommasini 26/A.