Al Cinema Corso arriva Centoventi contro Novecento

Il lavoro - proiettato al cinema Corso mercoledì 4 dicembre in tre proiezione, 15:30, 18:15 e, infine, alle 21:15 – raccoglie immagini e testimonianze di quella giornata. Il regista Alessandro Scillitani introdurrà brevemente tutte e tre le repliche e sarà disponibile a rispondere a fine proiezione ad eventuali domande del pubblico.

0
169

Torna ospite al cinema Corso un vecchio amico delle sale carpigiane. Alessandro Scillitani, il documentarista reggiano noto per le sue collaborazioni con il giornalista di Repubblica Paolo Rumiz e per le esplorazioni del patrimonio culturale della nostra regione, da Guccini alle musiche ancestrali dell’Appennino, ha scelto la nostra città per una delle prime proiezioni – la seconda in assoluta in un cinema – del suo nuovo film. Centoventi contro Novecento narra di un piccolo episodio, una partitella di calcio fra amici, insignificante dal punto di vista sportivo, ma estremamente significativo per la cultura Italiana. Il 16 marzo del 1975 in un campetto presso la cittadella universitaria di Parma, una squadra formata da Pier Paolo Pasolini e membri della sua troupe impegnata nelle riprese di Salò o le 120 giornate di Sodoma sfidò un’omologa formazione intenta a girare Novecento e capitanata dal regista di quest’ultimo film, Bernardo Bertolucci.
Il lavoro – proiettato al cinema Corso mercoledì 4 dicembre in tre proiezione, 15:30, 18:15 e, infine, alle 21:15 – raccoglie immagini e testimonianze di quella giornata.
Il regista Alessandro Scillitani introdurrà brevemente tutte e tre le repliche e sarà disponibile a rispondere a fine proiezione ad eventuali domande del pubblico.
Considerata la lunga collaborazione che lega Alessandro Scillitani a fondazione ACEG organizzatrice dell’evento, il biglietto d’ingresso sarà ridotto a soli 5 euro per tutti gli spettatori.