Il perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione

A Carpi c’è un nuovo spazio in cui gustare le prelibatezze della cucina emiliana: sabato scorso ha infatti inaugurato, al civico 13 di via Muratori, il ristorante Ma Lò, il cui nome è la fusione di quelli dei due fratelli, Martino e Lorenzo Novelli.

0
2188

A Carpi c’è un nuovo spazio in cui gustare le prelibatezze della cucina emiliana: sabato scorso ha infatti inaugurato, al civico 13 di via Muratori, il ristorante Ma Lò, il cui nome è la fusione di quelli dei due fratelli, Martino e Lorenzo Novelli, rispettivamente di 30 e 25 anni, che hanno deciso di lanciarsi, insieme, in questa avventura. Studi alberghieri il primo, liceo artistico il secondo, in comune la passione per la cucina. Un amore che ha portato Martino a lavorare per oltre dieci anni nel settore culinario, con esperienze in Italia e all’estero, mentre Lorenzo, nonostante la carriera in ambito fotografico, ha sempre mantenuto un interesse per il cibo. “Abbiamo deciso di compiere un passo importante – commentano i due fratelli – mettendoci in gioco in prima persona per creare qualcosa di nostro che rispecchiasse una visione ben precisa sia dello stare a tavola insieme che della preparazione dei piatti”. Ma Lò è un ristorante emiliano, nato sin da subito con l’intento di rivisitare la tradizione, proponendo piatti classici e rielaborati,  la cui ispirazione proviene dall’infanzia, da esperienze e viaggi. Al di fuori dagli orari di pranzo e cena, per Martino e Lorenzo la cucina si trasforma in un vero e proprio laboratorio in cui  creare quotidianamente specialità emiliane come pasta fresca, dolci, grissini e molto altro ancora. Altra caratteristica del locale, la concezione degli spazi e dell’arredamento: “il nostro intento era quello di far sentire i clienti a casa e per questo abbiamo personalmente curato il design dell’ambiente, puntando sul calore e l’accoglienza”. Una volta seduti, inizia per i clienti il viaggio nella tradizione, rielaborata secondo l’estro dei fratelli Novelli: “l’ambizione è quella di creare un piatto unico che coniughi i sapori della nostra terra e l’innovazione che vogliamo mettere in ogni portata. Per far questo abbiamo iniziato dalla selezione attenta delle materie prime provenienti da produttori locali emiliani”.

Marcello Marchesini