Giovani e ricerca scientifica: il Vinci fa incetta di premi

L’istituto tecnico Leonardo da Vinci è stato premiato al XVI Convegno Il Linguaggio della Ricerca.

0
700

Lo scorso 17 ottobre si è tenuto a Bologna, presso l’Area della Ricerca, il convegno Il Linguaggio della Ricerca, giunto alla sua XVI edizione e organizzato dal CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche e rivolto alle scuole superiori della Regione Emilia Romagna con l’obiettivo di suscitare l’interesse dei giovani nei confronti della ricerca scientifica mediante il coinvolgimento nella divulgazione dei contenuti appresi, in italiano e in inglese.
Nel corso della manifestazione, coordinata dalla dottoressa Armida Torreggiani del CNR sono stati premiati i migliori lavori di divulgazione scientifica prodotti dai ragazzi nel corso dello scorso anno scolastico.
Gli studenti dell’Istituto Tecnico Leonardo da Vinci si sono nuovamente distinti per l’originalità e hanno dimostrato una notevole competenza nell’affrontare i temi da loro scelti.
Nella sezione Poster sono stati premiati i lavori di Francesca Stella Degli Esposti, Alessandra Foroni, Martina Mattioli e Samuele Sabbadini di 4A Chimica: si sono occupati di nano particelle, sensori e sostenibilità. I poster premiati sono stati Kinematics Spreading of a Solute in a Solvent e The Study of Nanoparticles, Sensors: From Production to Sustainable Use.
Per la classe 3A Informatica, Leonardo Morselli ha ricevuto un riconoscimento per Experimental Analysis of the Bragg Peak with Simulated Model. Gli studenti hanno collaborato col dottor Cristiano Albonetti, ricercatore CNR, e sono stati coordinati per la parte scientifica dai docenti Mauro Bellei e Giovanna Fontana e per la parte in lingua inglese dalla professoressa Donatella Barp.
Gli studenti Kevin Garutti e Francesco Zanoli della classe 2B Meccanica sono poi stati premiati per il poster Antarctica: Land of Peace and Science.
Rebecca Boni, Sara Battelli, Alessandro De Chiara, Noah Gualdi, Nicolò Veroni e Lorenzo Alessandrini della classe 2B Elettronica sono stati premiati per il poster Antarctica for Climate Changes.
Gli studenti hanno collaborato col dottor Sergio Gamberini referente PRNA – Progetto Nazionale di Ricerche in Antartide del centro Enea (Brasimone) e con la dottoressa Meganne Christian, scienziata australiana che si trovava in Antartide, nella base italo – francese Concordia, per effettuare ricerche sui cambiamenti climatici.