Nuovo Ospedale: sembrava fatta tra Carpi e Mirandola…ma c’è l’inconveniente tecnico

0
48

A Carpi ieri sera l’ordine del giorno sul nuovo ospedale presentato dal sindaco Alberto Bellelli è stato approvato dal Consiglio comunale insieme a quello presentato dai due consiglieri d’opposizione Benatti e Rostovi (Fratelli d’Italia). A Mirandola ieri sera al Consiglio dell’Unione Area Nord il medesimo ordine del giorno è stato ritirato dal Partito Democratico che l’aveva presentato. “L’ho ritirato per un motivo tecnico – spiega Andrea Gozzi, segretario del Pd di Mirandola – perché non c’è stato il tempo di inserire alcuni emendamenti”. È bastato per scatenare le opposizioni che hanno ipotizzato un ripensamento di Mirandola.
L’odg prevede infatti che il nuovo ospedale sia costruito a Carpi e diventi un ospedale di riferimento mentre per il Sanata Maria Bianca di Mirandola, ospedale di prossimità, chiede il completamento delle opere di ristrutturazione.
Col voto di ieri sera è stato dato mandato al sindaco di Carpi di farsi parte attiva nei confronti della Regione affinché venga inserito come priorità il nuovo ospedale carpigiano nella programmazione 2019. Dopo Cesena e Piacenza, toccherebbe dunque a Carpi programmare il nuovo ospedale.
In leggero ritardo, Mirandola è pronta a “lavorare per conservare e mantenere il Santa Maria Bianca, ma siamo certamente pronti a ragionare con il sindaco e la Regione per individuare l’ubicazione del nuovo Ramazzini.
L’odg tornerà in Consiglio comunale a Mirandola il 18 dicembre e il 20 nel consiglio dell’Unione Area Nord. Se il Partito Democratico voleva giocare la carta elettorale forte del nuovo ospedale, lo poteva fare sicuramente meglio!
Sara Gelli
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here