La tradizione del Carnevale in Piazza continuerà

0
260

I festeggiamenti del Carnevale con tanto di sfilata di carri, coriandoli e stelle filanti all’ombra di Palazzo Pio deve continuare. A raccogliere il testimone dell’associazione Bambininfesta è un intraprendente ed entusiasta gruppo di genitori della Scuola dell’Infanzia Peter Pan, unitamente al Circolo Loris Guerzoni. “Per scaldarci e metterci alla prova, il 31 ottobre, abbiamo organizzato, in collaborazione coi volontari del Guerzoni, una bellissima Festa di Halloween. Ottimo cibo, truccabimbi, baby dance e animazione hanno intrattenuto grandi e piccini, circa 200 persone”. E se Halloween ha rappresentato una sorta di banco di prova, ora ad attendere questi volenterosi mamme e papà ci sarà il Carnevale: “dopo la rinuncia di Bambininfesta – raccontano i genitori – abbiamo deciso di metterci in gioco per poter continuare a garantire a tutti i bambini di Carpi e dell’Unione delle Terre d’Argine un momento di grande divertimento nel centro della nostra città. La tradizione del Carnevale non può venir meno. Sarà una sfida ma ce la metteremo davvero tutta”, sorridono.  Bambininfesta in tre anni ha donato alle scuole del nostro territorio ben 43mila euro, “noi – spiegano i genitori – confidiamo di essere all’altezza, nonostante l’impatto delle spese legate alle norme sulla sicurezza. La Circolare Gabrielli impone delle limitazioni ma ci dà la possibilità di far vivere a tutti un momento di sereno divertimento, riducendo la possibilità di inconvenienti”. I genitori del Peter Pan non nascondono la loro soddisfazione: “insieme abbiamo intrapreso un viaggio che ci ha fatti conoscere e avvicinare. Siamo un gruppo coeso e affiatato e già lo scorso anno abbiamo dato una mano affinché non saltasse il Carnevale. Ora ci mettiamo totalmente alla prova e, grazie alla consolidata esperienza del Circolo Guerzoni, – spiega un papà – uniremo le forze per continuare a fare qualcosa di concreto per la nostra città e i nostri bambini”. “Siamo alle prime armi – gli fa eco una mamma – e organizzare il Carnevale in Piazza non sarà facile ma insieme possiamo farcela”. Il comitato dei genitori chiede quindi aiuto alla cittadinanza e alle scuole: “il nostro è un gruppo aperto. Il lavoro da fare è tanto e serve l’aiuto di quante più persone possibili.  Chi desidera spendere un poco del proprio tempo sarà il benvenuto”. La festa più pazza dell’anno che si svolgerà probabilmente a partire dal primo pomeriggio del 24 febbraio o, al più tardi il 3 marzo, e avrà il patrocinio del Comune di Carpi, vedrà sfilare i carri che le varie scuole dell’Unione realizzeranno grazie al lavoro di tanti papà e mamme volenterosi: “gli istituto scolastici – concludono gli organizzatori – possono partecipare con un carro o, semplicemente, con una parata rigorosamente in maschera. E, a differenza degli scorsi anni, confidiamo anche nella partecipazione dei ragazzini delle scuole medie. Ogni idea sarà apprezzata. Cimentarsi nella realizzazione di un carro può spaventare ecco perché chi ha poco tempo a disposizione potrà unirsi a un altro gruppo di lavoro. Non importa quanto tempo si può spendere per il bene della città, ciò che conta è darsi da fare, ciascuno per quel che può”.
Jessica Bianchi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here