Alice porta Enzo Iacchetti al Comunale di Carpi

0
199

In occasione della Giornata mondiale contro l'Ictus cerebrale del 29 ottobre, ALICe Carpi Onlus propone due importanti iniziative. Il primo appuntamento sarà quello con il tradizionale spettacolo: Enzo Iacchetti calcherà il palcoscenico del Teatro Comunale di Carpi, giovedì 1° novembre, alle 21, con uno spettacolo promosso con il patrocinio del Comune di Carpi e in collaborazione con Radio Bruno. Il celebre comico, attore e presentatore porterà in scena esattamente se stesso, ovvero La storia di un ragazzo che voleva volare in alto ma soffriva di vertigini: dagli esordi attraverso le prime esperienze, i provini televisivi, la partecipazione al Maurizio Costanzo Show, sino ad approdare a Striscia la notizia. Insomma un’autobiografia comica che si trasforma in un vero e proprio spettacolo di cabaret. Ad accompagnare Iacchetti, la sua chitarra, mentre il pubblico potrà intervenire con domande a tema.
“Lo spettacolo sarà un momento divertente – commenta il presidente di AliCe, Maurizio Calestrini – a cui confidiamo vorranno partecipare in tanti” anche perché, lo ricordiamo, l’incasso della serata (prevendite presso Radio Bruno – 059.641430), sarà devoluto a sostegno dell’associazione, “nata nel 2019 e operante su tutto il territorio dell’Unione delle Terre d’Argine. Alice, che conta 186 soci e una quarantina di volontari attivi, – spiega Vanni Po – si pone quale obiettivo fondamentale quello di organizzare attività di prevenzione tese alla promozione di sani stili di vita e, per tale motivo, tra Carpi e Mirandola, ogni anno, effettuiamo circa 700 test”. Spazio dunque,  sabato 3 novembre, dalle 9 alle 14, presso il Centro Commerciale Il Borgogioioso di Carpi al Presidio realizzato grazie a contributi di Fondazione CR Carpi, Fondazione Casa del Volontariato e Lions Club Carpi Host. Oltre ai volontari dell’associazione, saranno presenti i medici e gli infermieri del Reparto di Neurologia e Fisioterapia dell’Ospedale di Carpi e di Mirandola per effettuare gratuitamente test gratuiti di rilevazione dei valori di colesterolo e glicemia, misura della pressione arteriosa e valutazione finale di un neurologo.
Un’attività, questa, a cui se ne aggiunge un’altra, conclude Calestrini, “ovvero quella di monitorare costantemente il livello di cura offerti ai pazienti affetti da ictus. Un compito a cui, soprattutto, di questi tempi, non ci sottraiamo di certo, al contrario, la nostra attenzione sul Reparto di Neurologia del Ramazzini, è molto alta”.
J.B.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here