Alzheimer: il Rotary a favore della ricerca

0
158

Il past-governor Maurizio Marcialis del Distretto 2072 del Rotary (Emilia Romagna e Repubblica di San Marino), ha comunicato nei giorni scorsi a Gafa – Gruppo Assistenza Familiari Alzheimer di Carpi l'intenzione di devolvere in suo favore una cifra consistente.
Nel 2017 il sodalizio, con il progetto Consorti, ha sostenuto il Centro Malattie Vascolari dell’Università degli Studi di Ferrara, promuovendo una borsa di studio.
Asse cuore-cervello nella malattia di Alzheimer e nei disturbi cognitivi è questo il tema della ricerca condotta dal centro coordinato dal professor Paolo Zamboni. Il progetto in particolare si propone di studiare la circolazione venosa cerebrale in funzione dell'attività cardiaca con un innovativo sistema di monitoraggio ultrasonografico.
Il centro ferrararese si occupa da anni di ricerca in campo neurovascolare: un settore che ha dimostrato forti correlazioni tra malattie neurodegenerative e alterazione del drenaggio venoso cerebrale.
Il Distretto Rotary ha promosso una campagna di raccolta fondi tra tutti i 54 club per istituire una Borsa di Studio finalizzata al progetto e, dopo aver devoluto 30mila euro, si è trovato un'eccedenza di 12mila che ha deciso di distribuire tra tutte le 10 Associazioni della Regione Emilia Romagna che fanno capo all’AIMA di Reggio Emilia, tra cui il Gruppo di Assistenza Familiari Alzheimer di Carpi.
GAFA Carpi opera, come organizzazione di volontariato, dal 1998 nel territorio del Distretto di Carpi per offrire servizi alle famiglie, integrandosi con quelli sanitari e sociali già esistenti, convinta che solo una rete di sostegno a maglie strette può vincere la sfida dell'assistenza e opporsi alla disperazione delle persone coinvolte.
“Questo contributo – ha commentato la dottoressa Anna Ragazzoni, presidente GAFA –  è un ulteriore incoraggiamento a proseguire in questa strada con determinazione”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here