Giovani ambasciatori al Palazzo di vetro

0
369

Lo scorso 7 marzo, ventotto studenti del Liceo Rinaldo Corso di Correggio sono partiti da Milano Malpensa diretti a New York, per vivere un’esperienza di veri ambasciatori delle Nazioni Unite. Dopo diversi incontri di preparazione Giorgia Guidetti, Laura Lasagni, Martina Manfredotti, Rebecca Ganzerla, Alice Ferretti, Anna Codeluppi, Alice Squitieri, Gaia Giovanoli, Arianna Mazzei, Benedetta Costa, Caterina Terzi, Cecilia Verardi, Elena Barcellona, Elisabetta Bizzarri, Federica Poma, Hajar Hichami, Ilenia Parmigiani, Luca Canovi, Lucia Saccozzi, Ludovica Mottola, Maria Teresa Amoruso, Matilde Platani, Nicole Giuliani, Niccolò Barchiesi, Raffaele Scognamiglio, Riccardo Merighi, Sara Beltrami e Sebastian Schiatti hanno dato voce agli ideali di Burundi e Liechtenstein, contribuendo alla risoluzione di problemi tutt’oggi discussi al Palazzo di Vetro. Nonostante i vari inconvenienti capitati durante il viaggio, i ragazzi hanno sfruttato l’esperienza al massimo, tornando in Italia non solo con una consapevolezza maggiore del mondo circostante, ma anche con un importante arricchimento personale, grazie alle innumerevoli amicizie strette durante i due giorni lavorativi all’headquarter con ragazzi provenienti da ogni parte del mondo. “Una settimana in un nuovo mondo – spiega Laura – l’esperienza alle Nazioni Unite è stata indescrivibile. Eravamo proprio nelle aule che si vedono in televisione”. Un viaggio all’insegna della diplomazia, ma non solo. Infatti, una parte fondamentale della settimana newyorkese è stata la visita della Grande Mela che ha lasciato estasiati tutti gli studenti accompagnati dalla professoressa Lucia Giamprini. Inoltre “un importante contributo a rendere formidabile e indimenticabile questo viaggio istruttivo è stato il bel gruppo che abbiamo creato tra noi”, spiegano gli studenti. I giovani delegati si ricorderanno quest’esperienza non solo perché ha rappresentato uno sbocco per il loro futuro lavorativo e universitario, ma anche per le grandi amicizie internazionali e non, a cui hanno dato vita.

Gaia Giovanoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here