Corruzione e sanità: un convegno a Modena

0
148

Corruzione e sanità – Il piano Nazionale Anticorruzione 2016 è il tema di un convegno in programma sabato 19 novembre, dalle 9, presso la Sala Vecchiati del Nuovo Ospedale Civile Sant’Agostino Estense di Baggiovara, a Modena. Il convegno è stato promosso da ANAAO ASSOMED e AN@AOnline in collaborazione con Radio Bruno e vedrà la presenza di esperti del settore che si confronteranno con la platea su di un tema di scottante attualità: la corruzione e nello specifico della corruzione nell’ambito della Sanità pubblica.  I relatori del convegno saranno il Procuratore Capo di Modena Lucia Musti, il Direttore Esecutivo di Transparency International Italia Davide Del Monte, il professor Alberto Vannucci dell’Università di Pisa e il presidente dell’Istituto ISPE-Sanità Francesco Macchia. I lavori saranno moderati e condotti da Pierluigi Senatore di Radio Bruno e dal segretario dell’ANAAO ASSOMED dell’AUSL modenese Giampaolo Papi. In un’azienda sanitaria su tre si sono verificati episodi di corruzione negli ultimi cinque anni. E’ quanto emerso nell’indagine nell’ambito del progetto Curiamo la corruzione promosso da Transparency International Italia, Censis, ISPE-Sanità e Rissc-Centro ricerche e studi su sicurezza e criminalità, presentato a Roma nell’aprile scorso. Si stima che almeno 6 miliardi di euro, cioè più del 5% della spesa sanitaria pubblica, siano sottratti alle cure dei pazienti e all’innovazione a causa della corruzione e delle frodi.  La Guardia di finanza, da gennaio 2014 a giugno 2015, ha scoperto frodi e sprechi nella spesa pubblica sanitaria per un danno erariale di 806 milioni di euro.  “La sanità per sua natura è uno dei mondi in cui ci sono più interessi economici vista l’ingente quantità di denaro che gira e quindi enorme è il rischio di illeciti e fenomeni corruttivi. La corruzione – sottolinea il presidente dell’Anac, Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone – rende il sistema meno efficiente e mette a rischio la salute. Come autorità nazionale anticorruzione – prosegue Cantone –stiamo lavorando col ministero della Salute a un nuovo piano triennale anticorruzione, che prevede, tra l’altro, verifiche nelle strutture per capire se i piani vengono recepiti solo come meri adempimenti burocratici o si prova, invece, a mettere in campo attività anticorruzione. Ma la corruzione non si sconfigge solo con gli arresti e i controlli, occorre una rivoluzione culturale che deve partire innanzitutto da noi”. Al Convegno saranno presenti i massimi dirigenti sanitari della Provincia di Modena oltre al presidente della Regione Stefano Bonaccini e al sindaco e presidente della Provincia di Modena Giancarlo Muzzarelli.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here