Famiglie in palio: quando al gioco si perdono i legami

0
126

I danni causati dal gioco d’azzardo patologico non coinvolgono soltanto la singola persona affetta da ludopatia ma, sovente, anche la sua rete di relazioni, affetti familiari e amicali che rischiano di divenire una delle implicite poste in gioco delle scommesse. Il gioco d’azzardo può causare, oltre a ingenti perdite in denaro e beni materiali, il naufragare di beni ancor più importanti come i legami affettivi e, di conseguenza, la stabilità e la tenuta sociale delle comunità. Inoltre, le prime segnalazioni di disagio rispetto al tema non vengono effettuate direttamente dal giocatore patologico (che spesso rifiuta persino di ammettere di avere un problema), ma da un familiare che riscontra ammanchi di denaro o comportamenti anomali da parte del proprio caro.
Consapevole di questi ulteriori ‘danni collaterali’ del gioco, la rete di enti, associazioni e singoli cittadini per il contrasto al dilagare dell’azzardo Non giocarti il futuro! promuove, con il patrocinio del Comune di Carpi, Famiglie in palio: quando al gioco si perdono i legami. Il convegno concepito per famigliari di giocatori eccessivi, operatori di centri d’ascolto, insegnanti ed educatori si terrà sabato 5 novembre, dalle 9 alle 12, presso l’Auditorium della Biblioteca Loria.
A dialogare con i partecipanti saranno due esperti: il dottor Roberto Zeppa, referente per Carpi del progetto Rien ne va plus – Rilanciamo le famiglie di LAG Vignola e l’Aavocato Marco Vignoli del Progetto ascolto dell’associazione Dedalo Onlus. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here