Una mozione sul progetto del Parco Lama

0
101

Partito Democratico, Carpi Futura e Gruppo Misto hanno presentato nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale una mozione sul progetto Parco Lama. Il documento, ricordando i passi già fatti in questa direzione, impegna sindaco e Giunta a continuare il confronto con i soggetti attuatori del Comparto C6 per raggiungere l’obiettivo di spostare i volumi edificatori previsti in via Corbolani in altre aree, a iniziare entro sei mesi il percorso partecipato per la realizzazione del progetto, finanziandolo con risorse comunali o con gli oneri di urbanizzazione, predisponendo altresì una variante al Piano di Riqualificazione Urbanistica (PRU) della Stazione ferroviaria con l’obiettivo di ridurre i carichi urbanistici sull’intera area. Infine a destinare l’ex Consorzio Agrario come porta di accesso al Parco Lama oltre che ad interventi di valenza sociale e culturale, prevedendo altresì un adeguato percorso ciclopedonale di accesso dal centro città al Parco.
L’assessore all’Ambiente Simone Tosi ha spiegato come le caratteristiche del Parco, 1,2 milioni di metri quadrati e nessuno di questi di proprietà comunale, lo rendano un progetto davvero importante. “Nel Prg sono previsti Piani particolareggiati d’iniziativa privata per 300 mila metri quadrati e una volta realizzati dovrebbero significare 150 mila metri quadrati di verde ceduti all’ente locale. Nel Bilancio 2017 abbiamo pensato di inserire questo percorso partecipativo e in sede di discussione del documento economico-finanziario il Consiglio dovrà ricordarcelo. In questa mozione la novità è il riferimento al Piano di Riqualificazione Urbanistica dell’area Stazione, votato nel 2000 e che con fondi regionali e di Acer ridisegnava la zona con idee sulla mobilità, l’impatto sociale, commerciale ed alberghiero. Il PRU è figlio di un’altra stagione urbanistica, che prevedeva una densità edilizia forte. Ritengo sia un passo importante quello di individuare nell’ex Consorzio Agrario alcune funzioni pubbliche e anche l’idea dell’Associazione Parco Lama di usare questa struttura come collegamento tra vecchio e nuovo, tra costruito e parco agricolo. Ricordo poi che il prolungamento di via Canalvecchio dopo la discussione aperta sul progetto è stato tolto dal PRG così come nel Piano del Comparto C6 si è prevista la preservazione di via Corbolani come via ciclopedonale, concentrando i volumi edilizi su via Corbolani e via Tre Ponti. Spostando su aree comunali da parte degli attuatori questi ultimi in occasione del PSC si apre una straordinaria occasione per Carpi”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here