“Si istituisca il registro dei testamenti biologici”

0
66

Dal febbraio di quest’anno la Commissione Affari sociali della Camera ha cominciato l’iter di discussione di ben sette proposte di legge sul tema del consenso informato e delle dichiarazioni di volontà anticipate nei trattamenti sanitari. Nell’attesa di una normativa nazionale, numerosi Comuni, nell’ambito della loro autonomia amministrativa, hanno adottato il Registro comunale delle Dat (Dichiarazione anticipata di trattamento), atto scritto con cui il singolo può disporre in merito ai trattamenti sanitari di fine vita, nell’eventualità che si trovi nell’incapacità di esprimere esso stesso il proprio consenso o dissenso. Sul tema, nella seduta di giovedì 6 ottobre, il Consiglio comunale di Carpi ha approvato un ordine del giorno, presentato dal Pd che impegna il sindaco e la Giunta a istituire, anche a Carpi, il Registro delle Dat, meglio conosciuto come Registro dei testamenti biologici. “E’ uno strumento fondamentale – spiegano dal Pd di Carpi – per garantire il rispetto della dignità e della volontà del cittadino, anche quando si dovesse trovare in condizione di non poter esprimere il proprio convincimento in merito ai trattamenti sanitari. La Costituzione e le convenzioni europee sui diritti dell’uomo riconoscono espressamente che il sistema sanitario generale deve tenere conto della volontà del cittadino, quando voglia evitare eventuali accanimenti terapeutici”. Nell’ordine del giorno si chiede, quindi, che venga istituito il Registro dove verranno conservate le dichiarazioni con le “direttive anticipate” dei cittadini e i nominativi dei fiduciari a cui i singoli hanno affidato l’esecuzione delle proprie volontà. Si impegna, inoltre, l’Amministrazione a individuare forme di comunicazione in grado di informare i cittadini della presenza del Registro e delle modalità di iscrizione o cancellazione delle proprie volontà in materia di trattamenti sanitari nel fine vita.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here