Fedro rivisto ai giorni nostri

0
144

Per risalire alle origini della nostra lunga collaborazione professionale e amicizia serve andare molto lontano nel tempo. “Il nostro liceo ha una storia ventennale di collaborazione con il Gymnasium Celeanum. Così è nato questo progetto di scambio internazionale di fondamentale importanza per gli studenti olandesi e italiani”. Le docenti Susanna Gualdi e Marijke van Riessen, grazie all’esperienza maturata, sono riuscite a strutturare il progetto che coinvolge la classe 2N del Liceo Fanti, indirizzo linguistico e i coetanei del Gymnasium di Zwolle ospitati a Carpi dal 2 al 9 ottobre. Ad aprile gli olandesi avranno modo di ricambiare l’ospitalità. “L’inglese è la lingua veicolare che permette ai ragazzi di comunicare ma il progetto Lezioni per la vita dall’antichità prevede l’approfondimento di alcune favole di Fedro in latino”. Insieme alla professoressa di lettere Diana Terzi, gli studenti hanno tradotto alcune favole in inglese e in italiano e ne hanno approfondito il contenuto individuando la morale presente nella fiaba. Dopodiché, “nello spettacolo intitolato Phaedrus  Retold metteranno in scena un’interpretazione moderna del patrimonio letterario antico classico. Il messaggio della favola rimarrà identico ma rielaborato in modo creativo e aggiornato alla nostra epoca” spiega la docente Marijke van Riessen. Lo spettacolo viene rappresentato venerdì 7 ottobre, alle 18, in Sala Congressi e le famiglie degli studenti sono state invitate. “Dobbiamo ringraziare le famiglie dei nostri ragazzi – spiega la professoressa Gualdi – perché hanno ospitato i giovani olandesi presso le loro abitazioni ed è questa la parte più importante del progetto: la possibilità di vivere il confronto con un’altra cultura non da semplici turisti. Venire in Italia per le vacanze è tutta un’altra cosa”.
Intenso il programma per gli studenti olandesi a cui sono state proposte diverse uscite sul territorio a Bologna, a Modena, una caccia al tesoro a Palazzo Pio e una visita all’acetaia per assaporare una delle eccellenze del nostro territorio, l’aceto balsamico.
Sara Gelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here