E ora arrivano i Bolliti…

0
84

Sono sfegatati tifosi biancorossi, hanno poca voglia di prendersi sul serio e tanta voglia di vivere il calcio come una scusa per andarsene a spasso per l’Italia con gli amici di una vita a invadere ristoranti e trattorie all’insegna del buon umore.  Sono il gruppo organizzato Bolliti, un manipolo di venti scatenati over 40 nati da lunghe chiacchierate al Bar Firenze, punto d’aggregazione ormai obbligatorio per gli appassionati del Carpi Fc vicini al presidente Claudio Caliumi. Già dal nome è impossibile non riconoscere quella vena spiccatamente goliardica che da ormai cinque anni ne caratterizza la presenza nelle partite casalinghe e in trasferta. Impossibile non notarli nelle sfide esterne anche se il loro striscione campeggia negli stadi d’Italia solo da qualche settimana.  Il presidente di questo gruppo è Cesare “Cesarino” Capelli, da oltre vent’anni sponsor della prima squadra biancorossa, conosciuto in città per la sua attività di gommista ma che ha trasformato nel corso degli anni il suo capannone in vero e proprio punto di ritrovo per amici e conoscenti ovviamente riuniti per discutere di tutte le tematiche inerenti il Carpi Fc. Nato a Fossoli nel 1947, “Cesarino” ha legato la sua vita al Carpi sin da bambino: nella categoria Allievi ha ricevuto l’imprinting calcistico da un mito come Guerrino “Ciccio” Siligardi per peregrinare poi in molte squadre della zona a suon di gol. Il suo ufficio è un museo con decine e decine di maglie sulle quali campeggia quella del suo giocatore preferito: Simone Romagnoli. “Io, Stefano “Stai Sereno” Rustichelli, Paolo Zini, Maurizio Rossi, Giorgio Salvarani, “Silver” Prandi e Stefano Caliumi da anni seguiamo il Carpi ovunque e abbiamo pensato di darci un nome simpatico che ci rappresentasse e potesse strappare un sorriso a chiunque ci incroci in tribuna. Siamo un gruppo di amici, uniti dalla passione per il Carpi: prendiamo tutto, tranne i novanta minuti nei quali soffriamo molto, sportivamente parlando, molto alla leggera. Per noi, che seguiamo il Carpi da moltissimi anni, questo periodo è un sogno e ci piacerebbe moltissimo ritornare a visitare gli stadi della massima serie”.  Dopo i Gdl, gli Irriducibili, i Panthers e gli Iucunditas ecco arrivare i Bolliti: con la loro carica di simpatia, il loro numero non può che essere destinato a crescere.
Enrico Bonzanini

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here