“Di notte i carrelli passano senza che le sbarre si abbassino”

0
88

“Nulla è lasciato al caso, l’attraversamento è sempre protetto dal nostro personale”. Alessandra Coppa, corrispondente territoriale Media Emilia Romagna di Ferrovie dello Stato Italiane risponde così ai cittadini che hanno segnalato alla Redazione di Tempo la mancata chiusura delle sbarre del passaggio a livello di via Budrione Migliarina Parte Est, tra Budrione e Fossoli, lo scorso 14 luglio alle 00.05 e di quello in via Roosevelt a Cibeno, alle 00.07 del 28 luglio. “Il passaggio – spiega Coppa – è dotato di un sistema di protezione per il quale i segnali che danno il via libera al transito dei convogli provenienti da Rolo o, al contrario, da Carpi, diventano verdi solo ed esclusivamente quando le sbarre sono abbassate, in caso contrario il treno si ferma”. Ma allora cos’è accaduto nelle notti del 14  e del 28 luglio? “Durante la fascia notturna, quando termina il transito dei passeggeri, squadre di operai provvedono alla manutenzione delle linee e carrelli e mezzi d’opera, come le rincalzatrici che risollevano le massicciate, vanno e vengono lungo i binari. Nel caso in cui tali mezzi debbano attraversare il passaggio a livello però, non sono le sbarre ad abbassarsi per tutelare l’eventuale transito dei veicoli: la sicurezza è garantita da protocolli precisi che obbligano le squadre di manutentori a dare il via libera al passaggio dei carrelli solo dopo aver verificato la percorribilità del tratto”. Questa però non è la prima segnalazione ricevuta circa il mancato funzionamento delle sbarre: “nel caso in cui tale problema si dovesse verificare in una fascia oraria diurna, vi preghiamo di avvertirci, in questo modo potremo offrire una risposta puntale e precisa e comprendere se si sia registrato un guasto”, prosegue Alessandra Coppa. I passaggi a livello sono punti dove i treni incrociano la viabilità stradale “è quindi necessario, nell’attraversarli, osservare scrupolosamente il Codice della Strada, in questo modo si evitano potenziali pericoli, sia per le persone che per il treno. Ciò non toglie – conclude Alessandra Coppa – che i passaggi a livello in questione siano sempre sicuri, di giorno e di notte”.  Insomma, la prudenza è d’obbligo, soprattutto di notte…

Jessica Bianchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here