Con Concentrico il teatro è open air

0
73

 

Venti spettacoli in quattro giorni: questi i numeri della seconda edizione di Concentrico, il festival di teatro all’aperto che, dal 16 al 19 giugno, animerà il centro storico di Carpi. Curato da associazione culturale AppenAppena, Forum Teatro, Teatro al Quadrato e Aporie con il patrocinio e sostegno di Comune di Carpi e Fondazione CR Carpi, Concentrico è concepito con l’intento di riscoprire, attraverso l’immaginazione, gli spazi cittadini, creando un vortice nel quale farsi risucchiare, lasciando in superficie preconcetti e inibizioni, per vivere un’esperienza coinvolgente e interattiva, portando il teatro verso gli spettatori e permettendo così una fruizione quanto più possibile eterogenea e intergenerazionale.

Si inizia giovedì 16 giugno con due circhi in versione micro e macro: alle 21, in Piazzale Re Astolfo, Circo Paniko, la compagnia di circo contemporaneo più numerosa in Italia, con artisti provenienti da diverse parti del mondo, porterà in scena Gran Paniko al bazar, spettacolo che unisce circo, comicità e musica dal vivo per la regia di Giovanni Dispenza. Contemporaneamente, presso il Cortile della Biblioteca, i Brunette Bros, con il loro vecchio CamionTeatro, condurranno gli spettatori attraverso le prodezze dei 50 fenomenali artisti del secondo circo più piccolo al mondo. Entrambi gli spettacoli saranno in replica per tutta la durata del festival ed è vivamente consigliata la prenotazione.

Venerdì 17, chi si fosse perso le mirabolanti acrobazie circensi della serata precedente potrà recuperare – alle 20.45 in Piazzale Re Astolfo e Cortile della Loria con le repliche di Circo Paniko e Brunette Bros. – mentre alle 21, nel Cortile d’Onore, Karl Stets metterà in scena Cuerdo: incantatore di corde, domatore di nodi e giullare errante, il signor Stets, che ha portato il suo talento sulle scene di tutta Europa e non solo, combinerà il gioco del clown con la tensione di un thriller, tra circo, danza, funambolismo e manipolazione di oggetti, in uno spettacolo adatto anche ai più piccoli. 

Alle 22.30, Piazza Martiri sarà invece lo sfondo di Felliniana, di Onda D’Urto Teatro, un omaggio al grande regista italiano, con nove attori, gli indimenticabili brani di Nino Rota, coreografie acrobatiche, effetti di luce, giochi d’acqua, grandi macchinari scenici in movimento e immagini video che si integrano in diretta con le azioni performative. Una panchina, un lampione, alcuni panni stesi e la storia potrà avere inizio, dando vita a un mondo fantastico che ha ottenuto il patrocinio della prestigiosa Fondazione Fellini. La mattinata di sabato 18 sarà invece caratterizzata da una serie di happening itineranti che animeranno Corso Pio e Piazza Garibaldi a partire dalle 10.30, grazie ai reading dei Lettori volontari di Donare Voci, alle azioni teatrali della Compagnia Le Lucciole e ai guitti, giullari e mattatori di Bassa Manovalanza

Alle 18 si terrà poi la spettacolare parata urbana che condurrà gli artisti di Circo Paniko da Piazza Garibaldi sino a Piazzale Re Astolfo dove, alle 19.30, si terrà un nuovo, imperdibile spettacolo di Gran Paniko al bazar, mentre in contemporanea, presso il Cortile della Biblioteca, torneranno le acrobazie dei Brunette Bros. 

Alle 21.30, il Cortile d’Onore sarà la cornice di John & Joe, la messa in scena del testo teatrale di Agota Kristof, una delle autrici più affascinanti del Novecento, per la regia di Valerio Binasco. Quello interpretato da Nicola Pannelli e Sergio Romano è un testo poetico e struggente che non rinuncia tuttavia a momenti di intensa comicità. Un duetto lirico e clownesco che si può quasi considerare un testo metaforico su denaro, povertà, amicizia e solitudine, e sul fatto che essere primi o ultimi sembra, nella società, solo un problema di predestinazione. A chiudere la serata di sabato sarà infine una serie di grandi valzer danzati che, con passaggi acrobatici altamente spettacolari, animeranno Piazza Martiri alle 22.30. I dieci attori sui trampoli del Teatro Tascabile di Bergamo, diretti da Renzo Vescovi, danzeranno in uno spazio allestito con punti di fuoco, incorniciato da palloni che volano e scoppiano a grande altezza con nevicate di fiori, facendo di Valse un appuntamento teatrale di grande impatto.

Domenica 19, alle 10.30, protagoniste tra Piazza Martiri, Corso Alberto Pio e Piazza Garibaldi, le pillole dei lettori di Donare Voci e le azioni teatrali della Compagnia Le Lucciole. Vote for. Ossia… atto unico contro il fast food del tempo, della Compagnia Eccentrici Dadarò, è invece il titolo dello spettacolo che Simone Lombardi e Davide Visconti porteranno in scena davanti al Municipio alle 17.30. Una coppia comica che si prodiga a trasformare la piazza perché sta per arrivare qualcuno di davvero molto importante, una sorta di Aspettando Godot rivisto con gli occhi, i gesti e la tenera follia di due clown.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here