Giovani lettori crescono

0
188

Alla professoressa Silveria Casarini, che ha dedicato la sua vita alla scuola, le medie Alberto Pio intitoleranno la biblioteca scolastica per ricordare ciò che l’insegnante sosteneva sull’importanza della lettura.
“Alle sue classi – ricorda la professoressa Daniela Pellacani – proponeva attività ispirate alla trasmissione televisiva Per un pugno di libri: giochi, quiz e cruciverba su libri, trame e personaggi a cui gli alunni si appassionavano. Per gli studenti più in difficoltà aveva lavorato a una semplificazione dei contenuti per garantire l’accesso alla lettura a tutti. Anche durante le cure, durante il periodo della malattia, Silveria veniva a scuola come volontaria per aiutare gli alunni che ne avevano bisogno. Non mi ha stupito che abbia chiesto alla sua famiglia di arricchire con una donazione la biblioteca della scuola”. La passione per la letteratura, che animava le sue lezioni, diventava contagiosa. La docente di Lettere è scomparsa l’estate scorsa ma la famiglia intende mantenere vivo il suo ricordo: la madre di Silveria, Magda Pietri, ha destinato una sostanziosa donazione all’acquisto di nuovi volumi per la biblioteca della scuola. E non solo. Col sostegno dell’insegnante e amica di Silveria, Antonia Scicolone, in collaborazione con i docenti della scuola, è stato indetto il concorso Leggere secondo me a cui gli alunni sono stati invitati a partecipare componendo una poesia o un testo scritto che illustrassero l’amore per la lettura.  Gli elaborati sono stati sottoposti a una giuria di professori esterni e martedì 24 maggio si sono tenute le premiazioni presso la Scuola media Alberto Pio: i vincitori si sono aggiudicati un consistente riconoscimento economico e, naturalmente, un libro. Il primo premio è stato assegnato a Susanna Catellani della classe 3C, il secondo a Chiara Bignardi della 1H, terza classificata Arianna Losi 2H, Nicola Balboni 2A e Filippo Oliviero 3D si sono aggiudicati a pari merito il quarto premio. Nel corridoio della Succursale delle Pio, tutti gli alunni della sezione H, sessanta ragazze e ragazzi, hanno partecipato a un Book Speed dating: a turno, ognuno aveva a disposizione tre minuti per presentare un libro ai propri compagni che, in caso di ‘amore a prima vista’, appuntavano il titolo sul quaderno.  I volti raggianti degli alunni e la soddisfazione di quelli premiati sono stati  il modo migliore per rendere omaggio alla memoria di quest’insegnante rimasta nel cuore di tutti.
Sara Gelli

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here