Le scatole di Rocambolika

0
58

E’ una storia di scatole. Niente storie! Questa volta a Rocambolika, la rassegna di teatro per giovani e giovanissimi organizzata dalla Fondazione CR Carpi e offerta alle famiglie del territorio, si gioca con le scatole. Di cartone, piccole, grandi, piatte, gonfie, insomma tutti i tipi di scatole. Pantakin (Italia) e Compagnie Ad Hoc (Francia) sbarcano a Rocambolika sabato 2 aprile, alle 21, per trasformare il palcoscenico dell’Auditorium San Rocco in un mare di scatole. Con Fragile Duo Poeticomico, performance per clown, scatole e note musicali, “si gioca per scoprire, per stupire e portare il pubblico all’interno di questo stupore” afferma Ted Keijser, regista dello spettacolo. Così senza dire alcuna parola, lo spazio, abitato da due stralunati personaggi, si trasforma in una ditta di spedizioni con una ferrea logistica, nella sala operatoria di un ospedale, in un ristorante caleidoscopico, in un canile con cani quadrati, in un teatro pirandelliano con scatole in cerca di spedizione, in un acquario cinese, in un circo sott’acqua e tanto altro ancora. Dopo i successi degli spettacoli iniziali, che hanno sempre fatto registrare il tutto esaurito, il viaggio di Rocambolika all’interno delle potenzialità del linguaggio teatrale, per avvicinare giovani e meno giovani verso molteplici forme artistiche ed espressive, si addentra ancora una volta nel mondo del circo teatro, con uno spettacolo visuale e senza testo, che si avvale della preziosa collaborazione della compagnia francese Ad Hoc e del supporto del Centro di Formazione e Produzione di Arti Circensi di Bruxelles. Con Benoit Roland ed Emanuele Pasqualini. Musiche originali dal vivo del Maestro Flavio Costa. L’ingresso è gratuito e su prenotazione sul sito www.fondazionecrcarpi.it

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here