“Non siamo ancora spacciati”

0
111

Ci pensa il patron del Carpi, Stefano Bonacini, a suonare la carica in questo finale di stagione da rincorsa per il Carpi.
Bonacini cosa è mancato al Carpi per andar oltre i due punti contro Torino e Atalanta?
“Penso sia mancato un pizzico di fortuna. Contro il Torino abbiamo approcciato male la gara intimoriti di perdere trovando comunque la forza di portar a casa un punto da uno stadio caldo contro un’ottima squadra. Il pareggio contro l’Atalanta invece lascia l’amaro in bocca non solo per l’occasione sbagliata nel primo tempo ma, soprattutto, per aver subito un gol nell’unica azione di rimessa degli orobici. Io resto comunque positivo, non era una partita decisiva e ora dobbiamo solo pensare al derby contro il Bologna, provando a vincere per ricucire lo strappo con il quart’ultimo posto”.
Quanto si è goduto questo primo anno di Serie A?
“Direi molto poco: sin dall’estate siamo stati alle prese con vicissitudini e contrattempi, a partire dall’addio di Cristiano Giuntoli, proseguendo con gli errori della gestione Sogliano prima di ripristinare la nostra modalità di lavoro nel tentativo di trovare una salvezza che avrebbe del miracoloso”.
Qual è stato il momento che ricorda con più affetto di questo primo anno nella massima Serie?
“Beh direi certamente il gol di Kevin Lasagna a tempo scaduto a San Siro contro l’Inter: ci ha consentito di strappare un punto che, sino a quel momento, ci era stato negato da qualche svista arbitrale di troppo. Una rete di forza segnata contro tutte le avversità, per di più con un uomo in meno. Ecco io vorrei vedere quell’atteggiamento dalla mia squadra in questo finale di stagione”.
Anche se va contro la politica mediatica della sua società parlare, nel bene o nel male di singoli, quale giocatore l’ha sorpresa maggiormente in questa stagione?
“Mi ha stupito la capacità di integrarsi di Marco Crimi. Un ragazzo pieno di grinta, capace di ritagliarsi minuti importanti sino a diventare praticamente imprescindibile per la nostra squadra. In generale sono molto soddisfatto del mercato invernale che ha riportato a casa giocatori che erano stati erroneamente allontanati in estate e aggiunto ragazzi di grande valore che stanno dando il loro apporto nella rincorsa alla salvezza”.
Nemmeno un cenno sulla polemica che ha portato alla ribalta tanti errori arbitrali a sfavore del Carpi?
“No, penso che tutti abbiano gli occhi per notare quanto accaduto. Non voglio creare alcun tipo di alibi e ripeto ciò che ho detto ai ragazzi invitando tutti a non fare drammi e a non piangersi addosso concentrandosi solamente su noi stessi dando battaglia ovunque, nel tentativo di portar via più punti possibili”.
Enrico Bonzanini

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here