Scuola Primaria Giotto: Fotograficamente

0
158

Per gli alunni della Scuola Primaria Giotto è iniziato un progetto alquanto insolito: un Corso di Fotografia nato dalla collaborazione delle docenti con l’esperto Lorenzo Mazzoli  dello studio Mazzolifoto.it. Le lezioni teoriche e pratiche sono state diversificate a seconda dell’età dei bambini: Pillole di Fotografia per le classi prime e seconde; Fotograficamente Junior per le classi quarte.  Le insegnanti hanno pensato che questo percorso si rivelerà molto utile in quanto non solo gli alunni utilizzeranno un mezzo espressivo inconsueto, ma verranno stimolati nell’imparare a osservare e quindi a conoscere meglio il mondo che li circonda. Spesso dimentichiamo che la fotografia non è soltanto la riproduzione di ciò che abbiamo davanti agli occhi, bensì una piccola magia. Guardando uno scatto possiamo commuoverci, emozionarci, ridere e, cosa ancor più importante, ricordare. Negli incontri del 20 e  27 ottobre i bambini delle prime e delle seconde sono stati coinvolti in questo percorso di apprendimento che, attraverso il gioco e un’uscita nel parco adiacente la scuola, ha fornito loro alcune nozioni base di tecnica fotografica per “catturare” buone immagini. Inoltre il progetto non è un’iniziativa fine a se stessa, isolata dal contesto educativo e didattico, ma un itinerario che si applica in modo trasversale a varie discipline completandole e arricchendole. Infatti i piccoli fotografi si sono cimentati anche in una creazione poetica rivolta al maestro fotografo. “Se vuoi fare un bel quadretto  ecco Lorenzo, maestro perfetto! Con i consigli che ti dà tutto bello riuscirà: nulla è faticoso senza il dito dispettoso. Con il sole alle spalle puoi catturare perfino le farfalle! Che meraviglia la fotografia! E’ un messaggio di luce per ricordare  un momento importante da ritrovare: nel regno del cuore  dove niente si perde né si cancella splenderà per sempre come la stella più bella”. Le docenti, ringraziando Lorenzo Mazzoli per la disponibilità e la professionalità dimostrate, si augurano di portare i loro allievi ad amare la fotografia e di spronarli a esprimersi in modo creativo e personale attraverso le immagini.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here