La banda del vetro infranto…

0
230

Atti vandalici senza nemmeno lo scopo di rubare all’interno delle autovetture perché “da tempo non lasciamo nell’abitacolo alcuna cosa.  Io avevo persino nascosto l’euro per il carrello” racconta una delle ultime vittime. Il ‘passatempo’ preferito dalla banda è quello di infrangere il vetro del finestrino del guidatore: succede tutti i giorni ormai nel parcheggio della stazione, lungo la strada verso l’incrocio con via Ariosto. I pendolari che parcheggiano per poi andare in treno al lavoro lasciano l’auto con la paura di non ritrovarla intatta: venerdì 2 ottobre tre auto sono state vittime dei vandali che, in pieno giorno, ne hanno infranto il vetro. “Lasciata la vettura alle 7.45 – racconta uno dei malcapitati autisti – sono rientrato alle 15.25 e mi sono messo le mani nei capelli: è toccato a me questa volta ripulire il sedile dai vetri e sborsare i duecento euro per il finestrino nuovo”. Sì perché la storia va avanti dal mese di agosto: “prima colpivano ogni due o tre giorni, adesso tutti i giorni. Ritrovando i vetri a terra abbiamo più volte segnalato alla Polizia Municipale la necessità di passare lungo la strada per indurre i vandali a desistere, ma finora non si è mosso nulla”. Sabato altre tre auto sono state prese di mira dai vandali: una in via Spinelli e le altre due nel parcheggio in via Medaglie d’Oro: stesso modus operandi e cocci di vetro in terra ovunque. “Io non voglio spendere altri duecento euro – racconta l’automobilista – e andrò a parcheggiare vicino all’asilo Le Chiocciole nella zona di via Nicolò Biondo”. Purtroppo, è di domenica la segnalazione di un’auto con il finestrino in frantumi lungo via Vivaldi. E’ la foto della settimana…
Sara Gelli

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here