Grande concerto in Duomo sabato 26 settembre

0
130

“Occorre riaprire la Cattedrale il prima possibile”: queste le prime parole del vescovo monsignor Francesco Cavina nell’aprire la conferenza stampa organizzata per illustrare il concerto di sabato 26 settembre, un evento eccezionale promosso dalla Diocesi di Carpi e reso possibile dal sostegno della Banca Popolare dell’Emilia, in collaborazione con l’Istituto centrale delle banche popolari, Cedac software e Unione Fiduciaria. 
“Un evento – ha spiegato il vescovo – per dare impulso e vigore alla ricostruzione del Duomo dopo il terremoto di tre anni e mezzo fa. Un’apertura straordinaria  del Duomo ferito e ancora transennato, per richiamare l’attenzione su un monumento che deve tornare a essere quanto prima fruibile non solo dai fedeli ma da tutta la comunità. La Cattedrale è infatti patrimonio identitario e il suo legame con i carpigiani è fortissimo: una comunità – ha aggiunto – ha due polmoni, l’ospedale  e la Cattedrale e se questa manca, manca l’anima della comunità stessa”.
Erano presenti, oltre al vescovo, il vice sindaco Simone Morelli, il direttore territoriale della Bper Tarcisio Fornaciari, il parroco del Duomo don Rino Bottecchi e Giacomo Loprieno, direttore dell’Ensemble symphony orchestra che eseguirà per l’occasione  la Messa in Gloria di Pietro Mascagni e la Preghiera dalla Cavalleria Rusticana dello stesso Mascagni, col Coro dell’Opera di Parma, il tenore Rubens Pellizzari, il baritono Sergio Bologna e il soprano Mimma Briganti. In tutto cento artisti che suoneranno e canteranno col… casco giallo in testa, dovendo posizionarsi proprio sull’altare centrale del Duomo. Gli spettatori invece saranno sistemati su 700 sedie posizionate nella navata centrale e in quelle laterali.
Il vescovo Cavina ha anche annunciato che il giorno dopo, domenica 27, verrà celebrata la messa di mezzogiorno nella stessa Cattedrale  “perchè  il tutto non finisca  in una semplice emozione ma per ricordare che è stata costruita seicento anni fa per avere un’anima ovvero la liturgia che in essa si celebra”.
Dal canto suo il direttore Fornaciari ha aggiunto che “la Banca è ogogliosa di partecipare a questo evento straordinario perchè la chiesa non è solo luogo di culto ma di aggregazione e  incontro”. Infine il vice sindaco Morelli  ha definito “importanti le sollecitazioni del vescovo per giungere a risposte più rapide e veloci sulla ricostruzione del tempio” e ha ricordato la mostra sull’architetto Peruzzi ideatore del progetto della Cattedrale di Carpi che ricorda nella facciata la Basilica di San Pietro a Roma.
L’ingegner Marco Soglia, responsabile per la Diocesi della ricostruzione post sisma, ha ricordato che i lavori sul Duomo dureranno un altro anno e mezzo dalla ripresa dei lavori (data ancora incerta) e che alla fine il costo complessivo dell’opera di ricostruzione sarà di due milioni e 500mila euro. Il concerto è gratuito e i biglietti di ingresso si possono ritirare presso la sede centrale della Bper di Piazza Martiri.
Cesare Pradella

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here