Attività didattiche negli istituti culturali

0
235

Sono lusinghieri i dati relativi alle attività didattiche che gli istituti culturali di Carpi hanno offerto nel corso dell’anno scolastico 2014-15 non solo agli alunni della città dei Pio ma anche a quelli di tutta l’Unione delle Terre d’Argine.
In particolare la Biblioteca del Castello dei ragazzi ha avuto tra settembre e giugno 6610 utenti tra gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado e la Ludoteca del Castello dei ragazzi 2434: il cartellone del Teatro scuola ha visto 3891 presenze al Comunale e in particolare lo spettacolo Brundibar promosso in occasione della Giornata della memoria in collaborazione con l’istituto Tonelli-Vecchi 680 spettatori. Un successo è stata anche l’opportunità offerta agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di abbonarsi alla stagione del Teatro Comunale con una speciale formula promozionale, che ha attirato al botteghino 228 ragazzi e ragazze. I Musei della città di Palazzo dei Pio hanno visto poi entrare 3449 alunni di ogni età, dai piccoli delle scuole dell’infanzia a quelli delle superiori, suddivisi tra le proposte di Atelier, le visite guidate e i progetti speciali svolti in collaborazione con l’Ipsia Vallauri, la scuola secondaria di primo grado di Cibeno, il Liceo scientifico Fanti.
“Si tratta di numeri significativi – spiega l’assessore alla Didattica degli Istituti culturali del Comune di Carpi Stefania Gasparini – che ci dicono quanto l’offerta culturale dedicata agli Under 18 sia ormai una realtà consolidata e apprezzata dalle scuole di ogni ordine e grado. Offerta sulla quale l’amministrazione non ha arretrato, nonostante il periodo economico non roseo, ma che anzi vede proseguire tutti i nostri sforzi per continuare a garantire questi momenti di didattica extrascolastica ai ragazzi del nostro territorio; consci del fatto che una comunità educante è tale se sa offrire ai bambini e ai ragazzi luoghi e spazi educativi e formativi interessanti anche al di fuori dei cancelli delle scuole. Ringrazio infine i responsabili ed operatori della didattica degli istituti culturali e gli insegnanti che ogni anno rispondono numerosi alle nostre sollecitazioni”.
E’intanto in corso di preparazione il materiale promozionale relativo alle offerte didattiche per l’anno scolastico 2015-16 e che presto verrà presentato agli insegnanti e alla città.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here