La mia storia indelebile

0
100

L’arte del tatuaggio nella tradizione siberiana, come forma di scrittura e come narrazione di una vita, conferisce al tatuatore il ruolo di confessore e conoscitore dei segreti delle persone, attraverso cui decide quale immagine imprimere indelebilmente sulla loro pelle.
L’immagine tatuata diventa così un modo per custodire un particolare momento della vita, non per esibirlo agli altri ma per preservarlo nel tempo e per ragionare ancor meglio su quanto e come si è vissuto.
Se ne parlerà con Nicolai Lilin, autore di famosi best-sellers tra cui Educazione Siberiana e tatuatore presso il Marchiaturificio – laboratorio di tatuaggio siberiano – per capire come l’arte del tatuaggio siberiano affonda le proprie radici nel concetto stesso di narrazione e di come due professioni, apparentemente diverse come lo scrittore ed il tatuatore, possano non solo convivere nella stessa persona ma alimentarsi reciprocamente l’una con l’altra.
L’incontro, promosso all’interno del progetto nazionale di promozione alla lettura #ioleggoperchè a cui l’Assessorato alla Cultura del Comune di Novi di Modena aderisce e presentato dal giornalista e scrittore Davide Bregola, si svolgerà mercoledì 15 aprile, alle  21.15, presso la sala civica Fabrizio de Andrè.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here