Aspettando il valzer…

0
100

“Quella di oggi è la prova di una scommessa vinta e a confermarlo sono le tantissime persone che si sono emozionate e hanno applaudito spontaneamente, alla fine del videomapping. Una scommessa iniziata da qualche anno, rafforzata dalla voglia di lasciarsi alle spalle le ferite del sisma. Una scommessa fatta di sinergia tra i vari attori della città, voglia di innovare e osare, fiducia nell’idea che, se si lascia spazio alla libertà di tutti, una comunità non può che trarne giovamento, capacità di coinvolgere una squadra giovane e volontà di connotare un’immagine fortemente attrattiva della città, all’insegna della bellezza che Carpi possiede e che, dunque, merita venga mostrata all’esterno senza paura”: così l’assessore alla Cultura, Economia, Turismo e Centro storico Simone Morelli, all’indomani del videomapping che, proiettato sulla Torre dell’Orologio di Palazzo Pio, ha portato migliaia di persone nel cuore della città per assistere alla spettacolare rappresentazione.
Che quest’anno quello carpigiano fosse un Natale fortemente connotato dai giochi di luce l’avevano annunciato tutti i promotori del cartellone di Sogno, dunque dono, ovvero Comune di Carpi, Consorzio ConCarpi e Carpi C’è. Annuncio che, sabato 29 novembre, ha trovato conferma non soltanto nel momento del videomapping, ma anche nell’ormai tradizionale cerimonia di accensione delle luminarie che, anche quest’anno, illuminano, oltre a tutto il centro storico, anche Palazzo Pio.
Il programma del Natale a Carpi prosegue sabato 6 dicembre, quando, al calare del sole, una Piazza Martiri colorata dai giochi di luce sarà lo sfondo di un incantevole e poetico valzer collettivo, nel quale si esibiranno sia coppie di ballerini professionisti che tutti i cittadini che vorranno parteciparvi.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here