Favole tra Secchia e Panaro

0
30

Tanto tempo fa, a Carpi, nel grande castello dei Pio, viveva un valoroso cavaliere, con un’armatura d’oro e una spada di diamanti: inizia così la favola elaborata dagli alunni della classe 4A della Scuola primaria Collodi, premiata al concorso Favole tra Secchia e Panaro indetto dal centro commerciale I Portali di Modena. Il progetto si è concluso il 9 ottobre con la realizzazione del video che ha impegnato gli studenti e la loro insegnante Maria Rosa Bolla chiamati a mettere in scena la trama della favola. “Grazie alla collaborazione dei genitori e alla disponibilità del gruppo delle Cheerleaders carpigiane che hanno prestato le loro divise – racconta Maria Rosa – abbiamo realizzato le scenografie e i costumi. Dopo una serie di prove è arrivato il ciak qualche giorno fa quando è arrivata una troupe televisiva di Modena per le riprese”. Nonostante l’emozione, il risultato è stato ottimo e verrà trasmesso da Trc agli inizi di dicembre, “tra il 9 e il 12 dicembre”. Si è concluso così il progetto che ha coinvolto la classe a partire dallo scorso anno scolastico durante il quale il programma ministeriale prevede che si affronti in letteratura il capitolo dedicato a favola e fiaba. “I bambini hanno lavorato suddivisi in gruppo e hanno elaborato un testo. Dopo aver selezionato il più bello, lo hanno arricchito con elementi ricavati dagli altri racconti e lo abbiamo presentato al concorso Le favole tra Secchia e Panaro – Il territorio modenese visto con gli occhi dei bambini indetto dal centro commerciale I Portali”. La favola racconta di un favoloso principe Alberto Pio che abita nel meraviglioso Castello di Carpi e per difendere la sua gente affronta, sconfiggendolo,  il drago terribile che ha la sua grotta nel Monte Cimone e distribuisce le sue ricchezze alla città. E’ stata giudicata dalla giuria una delle favole migliori e, insieme ad altre nove selezionate, è stata pubblicata nel volume illustrato dai giovani studenti dell’Istituto d’arte G. Venturi di Modena. Il libro verrà presentato il 22 novembre, dalle 16,30, durante una festa ai Portali.
Sara Gelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here