Controlli in via Unione Sovietica

0
140

Continuano le azioni di controllo a Carpi, in via Unione Sovietica, nel palazzo cosiddetto ‘Biscione’, da parte della Polizia Municipale e della Polizia di Stato. Venerdì scorso le forze dell’ordine, unitamente all’amministratore di condominio di recente insediamento, hanno proceduto al controllo di tutto il fabbricato, composto da 90 appartamenti, per verificare le condizioni generali del palazzo.
Il controllo degli appartamenti ha portato all’accertamento di una occupazione di un appartamento inagibile, e chiuso nella primavera del 2013, per mancanza del requisito essenziale della fornitura idrica; in sostanza era stata disposta dal Sindaco, ed a seguito della verifica della AUSL circa l’avvenuto distacco del contatore dell’acqua per morosità, la dichiarazione di inagibilità dell’appartamento e lo sgombero degli occupanti. All’atto del controllo Municipale e Polizia di Stato hanno trovato 5 persone nell’appartamento che utilizzavano taniche per approvvigionarsi di acqua e per questo hanno proceduto alla denuncia all’Autorità Giudiziaria nei confronti di costoro per non aver rispettato l’ordinanza di inagibilità. L’appartamento è stato poi nuovamente chiuso delle forze di polizia.
“L’intervento congiunto della Polizia Municipale e della Polizia di Stato in merito allo stato degli appartamenti del ‘Biscione’ dimostra come l’attenzione dell’amministrazione comunale sui problemi di via Unione Sovietica sia costante e che l’intervento di chiusura dei garage interrati non ha rappresentato uno ‘spot’ propagandistico della nuova Giunta. Intendiamo impegnarci in modo continuativo – spiega l’assessore alla Polizia Municipale Cesare Galantini – per garantire a tutti i cittadini residenti nel quartiere standard di vita come in qualsiasi altra zona della nostra città. Inoltre manifestiamo il nostro plauso all’operato del nuovo amministratore di condominio per la disponibilità dimostrata”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here