Premiato il Progetto Hospice

0
266

E’ stata Villa Ascari, la prestigiosa cornice – messa a disposizione dai padroni di casa, Lidia e Giulio Ascari – del tradizionale appuntamento col Gran Gala dell’Amo.  Una serata, quella del 19 giugno scorso, all’insegna della convivialità, dell’amicizia e della solidarietà durante la quale sono stati consegnati, accanto al Premio Donata Testi, iniziativa dedicata alla memoria di una grande amica dell’Associazione Malati Oncologici, anche i premi Amo d’oro a coloro che, giorno dopo giorno, si spendono per il bene di Amo. Dopo il buffet di benvenuto, il dottor Fabrizio Artioli ha salutato i presenti, ricordando le lusinghiere donazioni che l’associazione ha fatto, dalla sua fondazione a oggi: dal 1996 al 2013 Amo ha donato all’Azienda Usl di Modena 5.603.335 euro in attrezzature e servizi a favore dei pazienti. Grazie all’abile regia dell’amico Fausto Ferrari, gli ospiti sono stati poi deliziati dalle voci calde e potenti del tenore Cesare Gollini e del soprano Cristina Barbieri accompagnati dal maestro Dragan Babic.
Il Premio Amo d’Oro è stato conferito agli autisti Amo (volontari che si occupano dei trasporti dei pazienti oncologici) e agli archivisti volontari del reparto che si occupano del paziente, dello  smistamento e dell’archiviazione delle cartelle cliniche. Il Premio Donata Testi è stato conferito al Progetto Hospice nel quale Amo é impegnata da tempo. Presente la signora Clarissa Cozzi Lovat che, da diversi anni, sostiene questo premio in ricordo del marito Candido Lovat. Il missionario Luciano Lanzoni, insignito del Donata Testi nel 2009, ha poi raccontato come, grazie al denaro ricevuto, abbia iniziato la costruzione di un centro di salute mentale in Madagascar. Accanto al sindaco Alberto Bellelli e al direttore generale dell’Ausl Mariella Martini, è intervenuta anche una rappresentanza dei ragazzi delle scuole superiori Meucci e Nazareno dove Amo, insieme a un oncologo e a un ginecologo, ha parlato dell’importanza della prevenzione; un’esperienza che verrà ripetuta e riproposta agli istituti superiori carpigiani.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here