Festa dell’Unità al via

0
58

Nuova location per la Festa democratica organizzata dai Circoli Pd dell’Unione Terre d’argine che dal Piazzale delle Piscine si trasferisce nella bellissima e verdeggiante cornice dell’Area Zanichelli. “La zona è straordinaria – spiega Davide Dalle Ave – e, grazie alla disponibilità dei proprietari, potremo sfruttare tutta l’area che sorge intorno al laghetto, creando situazioni davvero suggestive. Il nostro desiderio, anche a fronte degli investimenti che abbiamo fatto, come il rafforzamento dell’illuminazione, è quello di continuare ad allestire qui la festa”. Unico neo: le zanzare. “Ci stiamo attrezzando”, promette il segretario uscente. Un’occasione di incontro, confronto e socialità: “il nostro desiderio è quello di promuovere momenti di riflessione – non solo interni al Pd bensì aperti a tutta la cittadinanza – grazie ai numerosi ospiti che interverranno. Temi centrali, il lavoro e le riforme promesse dal Governo Renzi”.  Venerdì 11 luglio, alle 21, confronto sul futuro dell’Unione Terre d’argine con i quattro sindaci sul tema Abbiamo l’Unione in comune. Sabato 12 luglio, alle 18,30, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti,  tratterà il tema Jobs act: le misure a sostegno della crescita e dell’occupazione. Venerdì 18 luglio, alle 21, appuntamento con Le riforme che servono al Paese, alla presenza del ministro per le riforme,  Maria Elena Boschi, del parlamentare del Pd Salvatore Vassallo e di Stefano Bonaccini, segretario Pd Emilia Romagna. Sabato 19 luglio, alle 21, in occasione dell’approvazione della legge per la commissione d’inchiesta sul rapimento e l’uccisione di Aldo Moro, conferenza dal tema: Chi e perché ha ucciso Aldo Moro, con Gero Grassi, vicepresidente gruppo Pd alla Camera, e i parlamentari carpigiani Manuela Ghizzoni ed Edo Patriarca. Domenica 20 luglio, alle 21, intervista all’europarlamentare del Partito Democratico Pina Picierno, sul tema: Tocca a noi: le sfide del PD in Italia e in Europa. A scaldare l’arena politica della festa saranno i Giovani democratici e il Kalinka, i quali organizzeranno, tutte le domeniche a partire dalle 18,30, degli aperitivi culturali insieme a ospiti illustri per parlare di politica, ambiente, diritti civili ed Europa. Protagonista anche il buon cibo: oltre a Pizzeria, Falò, Pesce e Osteria gestiti dai volontari del Pd, quest’anno ci sono alcune gradite novità. Il Ristorante Tradizionale, allestito sulla riva del laghetto, sarà gestito dalla Scuola Alberghiera Nazareno e, oltre al Messicano, vi sarà un ristorante per celiaci.
La festa assicurerà anche momenti di intrattenimento, grazie alla programmazione targata Arci e Kalinka, seppure con nomi decisamente meno altisonanti del solito: da Duilio Pizzocchi agli Skiantos passando per i Marlene Kuntz, i Motel Connection, Punkreas, Dente, The Bluebeaters e il carpigiano Fabio Santini.
Insomma la crisi si fa sentire anche alla festa del Pd (sarà per questo che il parcheggio in Area Zanichelli prevederà un obolo di 1 euro?) ma per i nostalgici della vecchia, cara festa dell’unità, una buona notizia. Matteo Renzi ha infatti promesso il ritorno del “brand, festa dell’unità”. Carpi però dovrà attendere un altro anno: “eravamo già andati in stampa”, ride Davide Dalle Ave.
J.B.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here