Dopo Motus nasce Extrafit

0
232

Determinato nel voler liberare la struttura dall’aura negativa lasciata dalla gestione precedente, l’imprenditore milanese Sergio Beccalli ridà nuova vita all’ex Motus di via Eraclito e crea Extrafit, una nuova sfida nel panorama del fitness.
Certo assumersi la direzione dei locali che furono di Motus, la palestra che chiuse i battenti all’improvviso dopo il sisma del maggio 2012 lasciando a bocca asciutta e senza rimborso decine di abbonati, non è un compito semplice, ma l’ex co-titolare del brand di palestre Prime ce la sta mettendo tutta per conquistare la fiducia della piazza locale. “E’ assolutamente comprensibile – afferma Beccalli – che i carpigiani nutrano diffidenza verso questa nuova realtà. La cocente beffa che hanno subito da coloro che occupavano prima di me questa struttura è ancora ben viva nei loro ricordi. Tuttavia, noi siamo del tutto estranei alle tristi vicende del Motus. Vengo da un’esperienza pluriennale nel settore del fitness ad alto livello, prima con la direzione delle palestre GetFIT per le quali ho contribuito allo sviluppo nell’area di Milano e poi con quella di Prime la catena specializzata nel fitness & wellness, di cui sono stato l’ideatore e il fondatore, e che ha raccolto tantissime adesioni e riscontri positivi nel mercato bolognese. Ci sto mettendo faccia e denaro in questa nuova attività, perché sono sicuro che i carpigiani desiderino una palestra attrezzata come questa e, pertanto, premieranno il nostro impegno e la nostra serietà nel gestirla”. Extrafit inaugurerà ufficialmente il prossimo 1° ottobre ma, già da un mese, ha aperto le porte ai clienti per sopralluoghi e prevendite. Sarà una palestra low price ma, assicura Beccalli, “all’insegna della qualità e della trasparenza, grazie anche alla collaborazione di professionisti del settore, come il nostro responsabile tecnico Marco Fila e tutti gli altri trainer qualificati e con anni di esperienza nel mestiere. Inoltre, siamo partner Technogym e, quindi, abbiamo alle spalle un co-brand importante che non concede certo a tutti la partnership. Al momento offriamo, oltre a un abbonamento trimestrale, un vantaggioso abbonamento annuale a 360 euro che comprende la zona cardio, isotonica e pesi liberi, la piscina da maggio a ottobre, il bagno turco e il solarium, e poi bastano 50 cent a lezione per frequentare i corsi che si desiderano. Inoltre, ai vecchi clienti Motus e a coloro che fanno la preiscrizione regaliamo due mesi omaggio. E’ un modo per mostrare loro solidarietà, ripagandoli in parte per il disagio che Motus ha causato loro, anche se questo non dipende certo da noi. Proprio per garantire la massima chiarezza e affidabilità, dico sin da subito a tutti che, per il momento, gli alti costi di gestione mi impediscono di tenere aperto il Thermarium, e la piscina nel periodo invernale poiché riscaldata con pannelli solari. Infine, ho trasferito la sala corsi al piano terra, lasciando per ora libero il primo piano. Poi, in futuro, si vedrà. Molto ovviamente dipenderà dalla partecipazione dei carpigiani che, superate le perplessità iniziali, si stanno gradualmente avvicinando a Extrafit”. Insomma, l’edificio che ospitò il Motus, oltre ad aver cambiato in parte la facciata con la riverniciatura esterna di un candido bianco, in sostituzione del vecchio rosso sgargiante, e i nuovi maxi cartelli con logo Extrafit, pare proprio aver cambiato stile e metodo di lavoro grazie alla nuova direzione Beccalli.
Chiara Sorrentino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here