“Molte le promesse fatte e non mantenute”

0
50

“Vedere un immobile di 4mila metri praticamente vuoto – sottolinea Franco Tosi della Polisportiva Dorando Pietri – mi fa piangere il cuore. Io ero tra coloro che lo costruirono e lo inaugurarono nel 1973. Oggi siamo rimasti in pochi, ci sono dei debiti da pagare e stiamo quindi cercando di mettere a disposizione di altri i nostri spazi. Il Comune ci aveva detto che qui sarebbe sorta anche la Casa della Salute… molte le promesse fatte che non sono state mantenute”. Immediata la risposta dell’assessore alle Politiche Sociali, Alberto Bellelli che rispedisce l’accusa al mittente: “sulla Casa della Salute non è certo il Comune che decide, bensì l’Azienda sanitaria”. E, mentre continua il rimpallo di scelte e responsabilità, la Polisportiva è ben lontana dal trasformarsi nel tanto auspicato e promesso, da più fronti, polo della salute carpigiana, con tanto di Centro Prelievi, Farmacia comunale e Casa della Salute. A spuntarla, grazie all’impegno e alla caparbietà dei volontari sono, per il momento, Avis e Aido. Lunga vita all’associazionismo!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here